Calcio

Leicester-Coronavirus: la Premier si ferma?

Leicester-Coronavirus un’unione che potrebbe cambiare le sorti della Premier. Lo staff si sta purtroppo preparando al peggio, e secondo l’allenatore i giocatori avrebbero potuto contrarre il virus.

LE PAROLE DI RODGERS

Leicester-Coronavirus, una reatà che purtroppo potrebbe avvicinarsi, spaventa tifosi e staff di tutta l’Inghilterra. Fino ad adesso la federazione inglese non ha preso nessuna decisione drastica, giocando tutte le partite a porte aperte. Il virus però sta arrivando il Gran Bretagna, e la paura sta facendo terrorizzare cittadini ed istituzioni.

Già nella giornata di ieri la Champions si è giocata senza alcun problema: Liverpool-Atletico Madrid ha avuto più di 50 mila spettatori, senza nessuna restrizione da parte dell’UEFA che non ha preso decisioni in merito.

L’allenatore del Leicester, Rodgers ha recentemente parlato in conferenza stampa dicendo:

 “Abbiamo avuto alcuni giocatori che hanno mostrato sintomi e segni (di coronavirus). Abbiamo seguito le procedure e (per precauzione) sono stati tenuti lontani dalla squadra”

Le istituzioni sportive inglese dovranno quindi prendere le giuste precauzioni, e non potranno più soprassedere sulla situazione: ancora nessuna decisione sulle porte chiuse è stata presa, così come sulla sospensione del campionato. Aspettiamo decisioni ed aggiornamenti da parte degli inglesi.

Leicester-Coronavirus
Rodgers, allenatore del Leicester. (Fonte: Getty Images)

Per altri aggiornamenti: http://www.metropolitanmagazine.it

Facebook: https://www.facebook.com/CalcioMetropolitan/

Back to top button