Musica

Levante, siamo luci di un’altrà città

Classe 1987, Claudia Lagona in arte Levante è di Caltagirone, ma cresce a Torino così come in Inghilterra. Alfonso è il suo tormentone, con cui debutta nel 2013, e da lì un’ospitata all’Edicola Fiore, daranno il via alla sua esuberante carriera. Con “Manuale Distruzione” , il suo primo album, ottiene il riconoscimento di miglior artista emergente, e un tour per Europa e Stati Uniti, viene inoltre nominata per il Premio Tenco, arrivando in finale, e agli Mtv Europe Music Awards di Glasgow. Nel 2015, pubblica “Abbi cura di te”, ma soprattutto sposa Simone Cogo, in arte Bloody Beetroots.

Levante dai primi album a Sanremo

“Scrivo prima la musica, poi viene il testo – ha raccontato la cantante -. Racconto la realtà che mi circonda. Cambierò punti di vista e allora cambierò anche io. Lo vedo già adesso, sono diversa dai primi pezzi. Mi ritrovo a scrivere anche piangendo, a volte butto fuori tutto, altre non so se c’è lucidità, spesso ho solo delle immagini”.

Inizia la sua ascesa, con gli altri album come Nel caos di stanze stupefacenti, e Magmamemoria, che ricevono grandissimi riconoscimenti da critica e pubblico. Nel 2017, giunge in tv come giudice di X Factor, molto apprezzata. Userà le sue doti di scrittrice, ed escono ben due romanzi: “Se non ti vedo non esisti” e “Questa è l’ultima volta che ti dimentico”.

Tikitikibombom

La canzone portata a Sanremo 2020, “Tikibombom“, presente in Magmamemoria MMXX, è incentrata sulla diversità come ricchezza. Ha raggiunto la certificazione ORO per le vendite, così come il video è stato al n.1 della classifica airplay tv italiana durante la seconda settimana con 8 milioni e 800 mila di visualizzazioni. Levante sta già lavorando sul suo quinto disco, oltreché sul prossimo libro. Cesare Cremonini è uno degli artisti con cui Levante spera di poter presto collaborare.

Seguici su: Facebook 

Back to top button