Lewis Hamilton a sorpresa poleman sotto la pioggia

Foto dell'autore

Di Redazione Metropolitan

Qualifiche sul bagnato, così saranno le qualifiche del Gran Premio d’Ungheria, la Red Bull è il team principale che desiderava la pioggia, dove c’è un Daniel Ricciardo che va forte sotto queste condizioni, mentre Lewis Hamilton potrebbe riscattarsi dopo le pessime sessioni di prove libere del venerdì e del sabato.

 

Tutti i piloti con le intermedie che si mettono in fila per uscire tutti subito, per evitare brutte sorprese con il meteo, escono in ordine Leclerc, Hamilton, Bottas, Raikkonen, Ericsson, Ocon e dietro tutti gli altri.

Subito Team Radio per Bottas e Hamilton dove li avvisano di fare subito il tempo buono perché la pioggia intensa sta arrivando in curva 14.

Il primo riferimento cronometrico veloce è di Kimi Raikkonen che fa segnare un tempo di 1:25.988, mentre tutti i piloti si lamentano per le condizioni della pista, in alcuni punti bagnata e in alcuni punti asciutta.

Marcuss Ericsson è il primo a montare le ULTRASOFT viste le condizioni meteo del momento, seguito dai piloti Williams per tentare di fare il tempo e qualificarsi per il Q2 sulle gomme d’asciutto, prima che arrivi il temporale. Anche Kimi Raikkonen segue la strategia di montare le ULTRASOFT insieme a tutti gli altri.

Quando mancano 7 minuti al termine del Q1 tutti i top team non hanno un giro cronometrato e rischiano l’esclusione, in caso di pioggia improvvisa, visti i loro tempi alti con le INTERMEDIE, mentre i piloti di centro campo hanno tutti i migliori tempi fatti segnare con le ULTRASOFT.

Q1 pazzesco, tutti i piloti fanno l’altalena dalla P1 alla P20, questo meteo incerto sta facendo impazzire piloti e team.
Gli eliminati in questo Q1 sono P20 Sirotkin P19 Perez P18 Ocon P17 Leclerc P16 Vandoorne

Semaforo verde acceso che da il via al Q2, tutti con le ULTRASOFT tranne la Ferrari di Sebastian Vettel che va in pista con le INTERMEDIE (gomme da bagnato).

Avvisano Lewis Hamilton che nell’ultimo settore piove, infatti le monoposto slittano tutte (tranne la Ferrari di Sebastian Vettel), infatti si lancia da solo per il suo giro veloce, mentre tutti entrano ai box per montare le INTERMEDIE, mentre il clima sembra peggiorare e si rischia di non poter girare più neanche con le INTERMEDIE. Kimi Raikkonen è l’ultimo ad entrare per il cambio gomme ULTRASOFT-INTERMEDIE.

Carlos Sainz impressionante in questa qualifica, a 8 minuti dal termine si posiziona in P2 in mezzo a Vettel e Verstappen.

Le condizioni meteo ora sono peggiorate, la pista non è più in grado di essere percorsa con le INTERMEDIE ma si ha bisogno delle FULL WET (da bagnato estremo). Infatti, Kevin Magnussen è il primo a montare la gomma blu per girare.

Colpo di scena per Daniel Ricciardo che è il grande escluso dal Q2 dove partirà in P12 alle spalle di Fernando Alonso, mentre grandissimo merito per Carlos Sainz che si infila in seconda posizione tra Vettel e Verstappen.

Gli eliminati dal Q2 sono P15 Stroll P14 Ericsson P13 Hulkenberg P12 Ricciardo P11 Alonso

Le Q3 iniziano sotto la pioggia ora intensa e ben definita, tutti i piloti sono con gomme FULL WET (mescola per bagnato estremo), scendono in pista subito tutti i piloti a parte Kimi Raikkonen che resta ai box ed esce per ultimo.

Il primo pilota a far segnare il primo giro cronometrato di questo Q3 è Max Verstappen facendo segnare un 1:38.923, ma il pilota che alla fine si prende la pole position momentanea dopo il primo tentativo la conquista Lewis Hamilton con il tempo di 1:37.564.

A quattro minuti dal termine è Kimi Raikkonen ha conquistare la pole provvisoria con un terzo settore record, facendo segnare il tempo di 1:36.186.

Pole position di Lewis Hamilton sul bagnato, la conquista proprio lui che ha avuto problemi per tutto il weekend, delusione invece da parte della Ferrari e da parte di Max Verstappen.