Lidl ritira tartare di scottona per presenza di salmonella

Salmonella negli alimenti: le due catene di supermercati, Lidl e Metro, costrette a togliere dagli scaffali carne e salsiccia per presenza del batterio. Il Ministero della Salute ha richiesto il ritiro immediato di un lotto di tartare di bovino adulto – scottona 200 gr venduto da Lidl, a causa di un elevato rischio di contagio microbiologico. Il lotto in questione, che è il numero 507007 con scadenza 14/08/2020, potrebbe contenere la Salmonella spp.

Le confezioni a rischio sono quelle da 200 gr, prodotte dalla ditta Marfisi Carni srl presso lo stabilimento di Contrada Paglieroni snc.- 60030 Treglio (CH), marchio identificativo IT 2533/S CE.

Il Ministero invita i consumatori che avessero acquistato il prodotto a non consumarlo e a riportarlo al punto vendita Lidl per il rimborso, anche senza scontrino.

La causa è da ritrovarsi in un possibile contagio microbiologico per il consumatore. L’avviso è datato 7 agosto 2020, ma è stato pubblicato solamente in data 10 agosto, sul sito ufficiale del ministero della salute dedicato agli avvisi di sicurezza ed ai richiami di prodotti alimentari da parte degli operatori. Il batterio che tale prodotto conterrebbe è quello della salmonella spp. Come è solito accadere in casi simili, il produttore ha richiamato dal mercato la carne invenduta, ma nel caso in cui qualcuno avesse già acquistato il prodotto indicato è pregato di restituirlo immediatamente al negozio di riferimento, ottenendo ovviamente il rimborso per la spesa effettuata.

La salmonella è un batterio la cui infezione può essere facilmente trasmessa tramite alcuni alimenti. Esso è responsabile della patologia denominata salmonellosi, importata nell’organismo umano tramite l’ingerimento di cibi contaminati. La salmonellosi è la principale responsabile di infezioni all’apparato digerente. I tipici sintomi della malattia sono disturbi quali diarrea, vomito, sangue nelle feci, nausea, mal di testa, febbre e dolori addominali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA