Attualità

L’intelligenza artificiale avrà dei sentimenti?

Parlare di intelligenza artificiale ci fa pensare immediatamente ai film cult di fantascienza, quelli che ci fanno immaginare un futuro ipertecnologico. La verità è, però, che si tratta di un ambito della tecnologia già attivo nel presente e ne possiamo trovare esempi nella vita di tutti i giorni. Suggerimenti per gli acquisti online, ricerche nel web, software di traduzione automatica, assistenti virtuali come Siri sono tutti esempi dell’applicazione dell’intelligenza artificiale nel quotidiano. Ma come sta evolvendo? Quali sono i progressi portati avanti nel campo dell’AI? Saranno veramente in grado di pensare come noi esseri umani?

Intelligenza artificiale e LaMDA

Intelligenza artificiale – Photo Credits CyberSecurity360

Con intelligenza artificiale si intende la capacità di una macchina di ragionare, apprendere, pianificare e creare, nonché di capire e mettersi in relazione con l’ambiente e le percezioni che ha di esso in modo da risolvere problemi e agire verso un obiettivo specifico. L’intelligenza artificiale è inoltre in grado di adattare le proprie azioni in base ai risultati ottenuti in precedenza. Tutto questo fa già parte delle nostre vite, eppure la ricerca sull’AI sembra portare ulteriori risultati: Recentemente, un ingegnere di Google, Blake Lemoine, è stato licenziato per aver affermato che il nuovo modello di chatbot sviluppato dall’azienda fosse senziente.

Si tratta del Language Model for Dialogue Applications (LaMDA), il quale sarebbe in grado di affrontare un numero infinito di argomenti rendendo la conversazione con la macchina molto più naturale di come è stata finora. Ed è stata proprio questa nuova capacità a portare Lemoine alle sue conclusioni: come riporta il Washington Post, il suo lavoro consisteva nel tenere conversazioni con l’LaMDA e questo, secondo quanto ha riferito, sarebbe stato in grado di fargli cambiare idea sulla terza legge della robotica di Isaac Asimov. Questi potrebbero essere i primi passi verso una rete neurale artificiale capace di imitare la coscienza umana.

Martina Cordella

Adv

Related Articles

Back to top button