Liverpool-Manchester United: derby d’Inghilterra per la vetta

Due città distanti solo 50 chilometri ma separate da una rivalità che dura da sempre. Due squadre che incarnano appieno le diverse filosofie delle due città. “Scousers” contro “Mancunians”. Mercanti contro operai. Liverpool e Manchester United sono pronte a darsi battaglia in un “Derby d’Inghilterra” infuocato come non lo si vedeva da anni. In campo i Reds di Jurgen Klopp, secondi in classifica a tre punti di distanza proprio dai Red Devils di Ole Gunnar Solskjaer, che non si trovavano in vetta alla Premier League dai tempi di Sir Alex Ferguson. Tutto pronto, quindi, per il big match della 18a giornata in programma oggi alle 17:30 ad Anfield Road. Benvenuti a Liverpool-Manchester United.

Liverpool-Manchester United, allungo o aggancio in vetta?

Correva l’anno 2013 e sulla panchina del Manchester United sedeva un certo Sir Alex Ferguson. Il campo era impreziosito da giocatori come Ryan Giggs, Wayne Rooney (che ha dato l’addio al calcio giocato proprio l’altro ieri) e Robin Van Persie. In quella stagione ad Anfield lo scontro tra Liverpool e Manchester United terminò 2-1 per gli ospiti, con reti di Gerrard, Rafael e proprio Van Persie. Sono passati otto anni da quella stagione, l’ultima da manager per Sir Alex, e il 2012/13 coincise anche con l’ultima Premier League vinta dai Red Devils. È da allora che i rossi di Manchester non sedevano sulla vetta della massimo campionato inglese. Questo fino a poche settimane fa. A causa, infatti, dei soli due punti conquistati nelle ultime 4 partite, gli uomini di Jurgen Klopp (33 punti) hanno sciupato il vantaggio sulle inseguitrici, a favore proprio dello United di Ole Gunnar Solskjaer (36).

Giocatori del Liverpool ad Anfield
Giocatori del Liverpool ad Anfield – Photo credit: via Twitter @LFC

Adesso, le due squadre si affrontano in un “Derby d’Inghilterra” che sembra rivivere sapori persi da anni. Se infatti il Liverpool di Jurgen Klopp, alla gara n°200 sulla panchina dei “Reds” dovesse vincere, aggancerebbe nuovamente in vetta i rivali. Tutto ciò nonostante le assenze che continuano ad affliggere la sua squadra, una su tutte quella di Virgil Van Dijk, e quella del pubblico. I giocatori proveranno a far pesare il meno possibile la mancanza dei tifosi, soprattutto quelli della curva Kop, che dalle parti di Anfield pesa particolarmente. Al contrario, dovesse spuntarla il Manchester United, i Red Devils aumenterebbero a sei lunghezze il margine di vantaggio sui campioni in carica. E questo rappresenterebbe un discreto distacco per riuscire a riportare la squadra di Ole Gunnar Solskjaer alla conquista del tanto atteso titolo di campioni d’Inghilterra.

Salah e Bruno Fernandes alla guida dei due migliori attacchi del campionato

I tecnici delle due squadre potranno fare affidamento su due dei migliori giocatori del panorama calcistico inglese, se non europeo. Mohamed Salah proverà a ridare vita a un attacco del Liverpool che è rimasto a secco nelle ultime due partite di campionato. L’ex attaccante di Roma e Chelsea tenterà, inoltre, di aumentare il proprio bottino sulla vetta della classifica marcatori di Premier League, dove siede con 13 gol segnati e 3 assist. Jurgen Klopp potrà dunque contare sul talento e sulla velocità dell’egiziano per mettere in difficoltà una difesa, come quella dello United, che soffre particolarmente le squadre che aggrediscono gli spazi. L’attacco del Liverpool mantiene, nonostante tutto, grandi numeri, come dimostra il primato in campionato per goal segnati: 37 in 17 gare.

Bruno Fernandes giocatore del mese di dicembre per la Premier League
Bruno Fernandes giocatore del mese di dicembre per la Premier League – Photo credit: via Twitter @ManUtd

Sotto di loro in questa speciale classifica proprio il Manchester United, con 34, guidati da Bruno Fernandes. Il talento portoghese, arrivato all’Old Trafford esattamente un anno fa dallo Sporting Lisbona, sta continuando ad incantare e battere record. Con la conquista del premio come miglior giocatore del mese di dicembre, il lusitano è diventato il primo nella storia della Premier League ad ottenere questo riconoscimento per quattro volte in un anno solare. Oltre a ciò, i numeri sono sempre più straordinari: 11 gol e 7 assist in campionato per un trequartista, transitato anche in Serie A vestendo la maglia della Sampdoria, sono cifre da capogiro.

Liverpool contro United, i precedenti

La miglior squadra in trasferta di questa Premier League, il Manchester United, proverà ad interrompere l’imbattibilità casalinga dei rivali che dura da ben 67 partite in campionato. Gli uomini di Solskjaer hanno infatti ottenuto 7 vittorie e 1 pareggio in campionato lontano dall’Old Trafford e possono vantare anche il miglior attacco in trasferta, con 2,75 gol in media a partita.

Un vecchio Liverpool - Manchester United
Un vecchio Liverpool – Manchester United – Photo credit: via Twitter @ManUtd

L’ultima vittoria dei “Red Devils” sul prato nemico risale ad esattamente 5 anni fa. Era infatti il 17 gennaio 2016 quando il Manchester United espugnò Anfield Road per l’ultima volta, grazie a un gol di Wayne Rooney. Da allora, sono arrivate per il Liverpool due vittorie e due pareggi negli scontri casalinghi. Stesso bottino per gli uomini di Klopp negli ultimi quattro confronti diretti totali, con il Manchester United che ha vinto solo uno degli ultimi cinque incontri tra le due squadre. Il “North-West Derby” di oggi sarà il n°205 della storia tra tutte le competizioni. E pensare che il primo fu giocato in un’amichevole, prima ancora dell’origine dei campionati professionistici, il 28 aprile 1894!

Tommaso Mangiapane

Seguici su Metropolitan Magazine

© RIPRODUZIONE RISERVATA