Il campionato è fermo ed al giorno d’oggi ancora non si sa se riprenderà o finirà così. Il Livorno patirebbe maggiormente la fine anticipata della Serie B: aveva molti punti da recuperare, e sembrava una missione impossibile. Ma nelle ultime gare aveva rialzato la testa ed aveva dimostrato di avere ancora qualcosa da dire. Tuttavia nel corso della stagione più volte i giocatori sono stati fischiati dai loro tifosi, a causa di prestazioni mediocri e non degne della maglia amaranto.

Una statistica insolita

Il Livorno è la squadra che ha vinto meno volte in questa Serie B. Ma tra tutte ha anche un altro primato: è la squadra che ha subito più rimonte, alcune delle quali anche di due o più gol. Prima tra tutte quella con il Chievo ad inizio stagione. Gli amaranto dal 3-1 hanno perso il controllo della partita e si sono fatti rimontare dai gialloblù. Oppure, forse anche più clamorosa, la prima partita del 2020: il 4-4 con l’Entella. Sempre in casa livornese, dal 3-0 amaranto i biancoazzurri trovano il 3-3, per poi trovarsi nuovamente in svantaggio nei minuti di recupero e rimontare ancora. Oltre a queste più estreme ovviamente anche rimonte meno insolite, ma una squadra che non sa gestire di certo non può che sperare nella salvezza.

I cambi del Livorno

La panchina livornese è stata di certo la più rivisitata nel corso di questa stagione: 4 cambi di gestione fin qui. La stagione iniziata con Breda, continuata da Tramezzani, riaffidata a Breda e che forse finirà sotto la gestione di Filippini, chiamato prima che il campionato fosse fermato. Di certo il Livorno è una squadra che ha dimostrato di non saper gestire il vantaggio, ma tutti questi cambi sono stati sicuramente nocivi per i giocatori, che cambiando continuamente punto di riferimento si possono essere trovati disorientati. Cambiare stile di gioco è difficile, farlo 4 volte in una stagione diventa quasi una missione impossibile. Inoltre adesso i giocatori non hanno ancora avuto modo di conoscere il nuovo allenatore, dal momento che a causa del corona virus gli allenamenti sono stati sospesi fino al 29 marzo (e probabilmente questa sospensione verrà prorogata).

Photo credits: quilivorno.it

Seguici su Facebook e Twitter!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo precedenteLe nuove restrizioni del Decreto di Conte
Articolo successivoCarlo Cracco cucina per gli operai e rivela: “Abbiamo perso uno dei nostri”