Il presidente dell’IMSA John Doonan ha parlato ai microfoni di Sportscar365 dell’accordo IMSA-ACO e della nuova piattaforma LMDH. L’obiettivo di Doonan è di fare i primi annunci sui dettagli tecnici entro Sebring.

IMSA-ACO dettagli LMDh – Dopo l’annuncio nella giornata di ieri dello storico accordo tra IMSA ed ACO, John Doonan prova a dare le prime scadenze. Ai margini della firma dell’accordo presso il Daytona International Speedway, il presidente dell’IMSA ha rilasciato alcune dichiarazioni a Sportscar365 cercando di delineare alcune caratteristiche della nuova piattaforma LMDh.

IMSA-ACO dettagli LMDh
John Doonan (sinistra) e Gérard Neveu (destra) durante la conferenza stampa – Photo Credit: IMSA

“Dovevamo annunciare l’accordo il prima possibile. Tuttavia, c’è ancora moltissimo lavoro da fare e molto da definire sotto il punto di vista tecnico. Grande merito va a Simon Hodgson, Thierry Bouvet, Matt Kurdoch ed a tutti i dipartimenti tecnici di IMSA ed ACO perché stanno lavorando molto duramente per sviluppare il regolamento, oltre a svolgere le loro mansioni giornaliere”John Doonan a Sportscar365

Sotto il punto di vista tecnico, uno degli aspetti principali riguarda le specifiche della powertrain ibrida. Quest’ultima dovrebbe far parte di un sistema KERS che sarà posizionato in corrispondenza dell’asse posteriore. Secondo quanto dichiarato da Doonan a Sportscar365, l’obiettivo sarebbe quello di annunciare le specifiche di questa tecnologia ai margini della 1000 miglia di Sebring. Tra le ulteriori dichiarazioni raccolte durante la conferenza stampa troviamo quella di Gérard Neveu. L’attuale CEO del FIA World Endurance Championship ha parlato di quello che potrebbe essere il budget cap.

“Si avrà una stima effettiva del budget cap che verrà imposto quando si avrà un regolamento definitivo. Tuttavia, l’idea all’interno del gruppi di lavoro è di strutturare un regolamento che preveda dei costi adeguati. E’ necessario che sia il più sostenibile possibile. Bisogna tenere a mente che questa nuova piattaforma LMDh deve considerare gli interessi ed esigenze dei diversi costruttori”Gérard Neveu a Sportscar365

SEGUICI SU :

© RIPRODUZIONE RISERVATA