Londra, arrivano le scuse per l’italiano arrestato per terrorismo

È caduta l’accusa di terrorismo nei confronti di un cittadino italiano arrestato ieri a Londra. Si è trattato di un errore dei servizi antiterrorismo britannici

Foto Wikipedia

Cittadino italiano arrestato a Londra: cadute le accuse

Falso allarme e tante scuse. Possono tirare un sospiro di sollievo i due uomini – un italiano di 48 anni e un kuwaitano di 34 – arrestati ieri sera all’aeroporto Stansted di Londra. I due erano stati indicati come ‘minaccia terroristica‘. L’allarme era partito dall’equipaggio di un volo Ryanair proveniente da Vienna. A far preoccupare gli assistenti di volo è stato il ritrovamento di ‘oggetti sospetti‘ nella toilette. L’aereo era poi stato scortato da due caccia Typhoons della Raf durante l’atterraggio. Successivamente i due uomini sono stati prelevati, arrestati e interrogati dalla polizia.

Dopo un ulteriore esame, gli agenti sono giunti alla conclusione che i due uomini non erano affatto pericolosi. Nessun reato commesso. Nessuna preoccupazione. E così questa mattina i malcapitati sono stati rilasciati. “I servizi antiterrorismo britannici prendono molto seriamente questo tipo di allarmi. Ringrazio tutte le persone coinvolte su questo volo per la loro collaborazione. Ci scusiamo con le due persone coinvolte“, ha dichiarato Andy Waldie il detective che ha condotto l’indagine.

Andrea Caucci Molara

Restate aggiornati su Metropolitan Magazine Attualità. Seguiteci su Facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA