Cronaca

Londra. Non attentato, ma incidente stradale (al momento)

Sembra che non sia stato un attentato quello di ieri pomeriggio a Londra. La polizia parla di incidente stradale al momento.

L’incubo di un nuovo, ennesimo attentato terroristico nella capitale è tornato ad agitare i sonni dei londinesi. 

Ieri pomeriggio intorno alle 14:20 ( le 15:20 in Italia) un auto è piombata su un gruppo di persone davanti al museo di storia naturale. Il bilancio, attualmente, è di 11 feriti, di cui 9 trasportati nei vari ospedali della capitale. Per fortuna, secondo quanto si apprende, non sarebbero in condizioni gravi.

L’uomo che si trovava alla guida è stato arrestato nell’immediatezza del fatto dagli agenti di Scotland Yard. Scotland Yard che ha smentito l’ipotesi che si sia trattato di un attentato terroristico. “Si tratta di un incidente stradale”, hanno dichiarato.

Diverse stazioni della metropolitana, tra cui South Kensington e Sloane Square, sono state chiuse in via precauzionale nelle ore successive, fino a quando l’allarme attentato non è rientrato definitivamente.

«Ho visto un’auto che si dirigeva verso la folla. A me non è accaduto nulla, ma vi prego di dirlo ai vostri amici se sono qui presenti vicino al museo nazionale» ha scritto un testimone su Twitter, nell’immediatezza del fatto. 

Quanto accaduto ieri, secondo la polizia, non è da considerarsi come un attentato. Al momento è trattato come un incidente stradale, di cui si sta cercando di ricostruire tutta l’esatta dinamica.

Una donna, appena uscita dal museo in quel momento, ha visto l’uomo che era alla guida dell’auto mentre veniva immobilizzato dalla polizia. «Sembrava sprezzante e rideva» ha detto, anche se questo è assolutamente ininfluente, oltre che tutto da verificare.

«In base a quello che abbiamo visto in altri altri attacchi tendiamo a non considerarlo come un attentato, ma non abbiamo abbastanza informazioni al momento» ha dichiarato alla stampa un ufficiale dei servizi di sicurezza britannici. Si aspetta, ora, lo sviluppo Delle indagini.

Lorenzo Spizzirri

Back to top button