Partirà dal 1° luglio 2020 la lotteria pensata per combattere l’evasione fiscale. La prima estrazione è prevista il 7 agosto e l’appuntamento con la Dea Bendata è fissata al giovedì di ogni mese.

Come funziona e cos’è la Lotteria degli scontrini

La Lotteria degli scontrini 2020, a spiegare come funziona è la guida dell’Agenzia delle Entrate pubblicata ieri, il 6 marzo. Nasce un buon incentivo da parte del Governo.

Secondo il Governo, la possibilità di partecipare alla lotteria di Stato incentiverà i consumatori a richiedere l’emissione dello scontrino fiscale al rivenditore.

La lotteria degli scontrini in avvio dal 1° luglio 2020, sarà la prima misura anti-evasione che coinvolgerà direttamente il consumatore, il quale al momento dell’emissione dello scontrino dovrà fornire al rivenditore del bene o al professionista il proprio codice lotteria per poter partecipare all’ estrazione dei premi mensili ed annuali previsti. Il codice rilasciato finirà nel calderone di dati che il titolare di partita IVA dovrà trasmettere all’ Agenzia delle Entrate che, a sua volta, fornirà le informazioni necessarie per l’estrazione a sorte all’ Agenzia dei Monopoli.

Vincere pagando le tasse?

Questo e’ l’obiettivo del nostro Governo!
Il consumatore che intende partecipare alla lotteria dovrà rilasciare all’esercente il proprio codice lotteria, da richiedere accedendo al sito www.lotteriadegliscontrini.gov.it.

Le prime istruzioni sono state fornite con il provvedimento del 31 ottobre 2019. Non bisognerà fornire il codice fiscale, come precedentemente si pensava, ma il codice lotteria, che ogni consumatore dovrà generare sul cosiddetto “portale della lotteria” sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

Come funziona?

A partire dal 1° gennaio 2020 è obbligatorio per tutti il cosiddetto scontrino elettronico.

Secondo le regole generali previste dal Decreto Legge fiscale collegato alla Manovra, la trasmissione dei dati da parte degli operatori IVA non riguarda solamente il dato cumulato dei corrispettivi giornalieri, ma anche i dettagli della singola operazione, ovvero:

  • data;
  • importo;
  • modalità di pagamento;
  • codice lotteria del cliente.

Solamente tramite l’acquisizione dei dati sopracitati sarà possibile per l’Agenzia delle Entrate attuare i processi automatici di estrazione a sorte. Potranno partecipare alla lotteria degli scontrini tutte le persone fisiche maggiorenni residenti in Italia che effettuano acquisti di beni o servizi, fuori dall’esercizio di attività di impresa, arte o professione.

L’obiettivo finale è quello di contrastare l’evasione fiscale, invogliando i contribuenti a richiedere il rilascio di scontrini e ricevute. Un incentivo è previsto anche per gli esercenti, per i quali saranno previste specifiche estrazioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA