Musica

Luigi Strangis è fuori con Voglio la gonna: un esordio promettente

Luigi Strangis è sicuramente una delle più gradite sorprese di quest’anno. Nato e cresciuto artisticamente nella fucina artistica di Amici, il giovane artista ci proietta nel mondo della generazione Z. Il messaggio è quello su cui molti coetanei si battono, la libertà di poter essere chi si vuole. Andare contro barriere e pregiudizi. Voglio la gonna, opera prima del ragazzo, già dal titolo ci proietta in questa dimensione.

Luigi Strangis in Voglio la gonna sprigiona la voglia di libertà di un giovane emergente

Luigi Strangis partorisce un album fresco, giovane. Un prodotto figlio di una vittoria ottenuta da poco nel principe dei talent show, Amici di Maria.

Il disco si apre con Occhi Lucidi, storia di un amore giovanile che va appassendosi davanti gli occhi di una coppia impotente ed incapace di riuscire ad esprimersi.

Diametralmente opposto invece è il messaggio di Chissenefrega, dove l’amore adolescenziale prende il sopravvento. Dove il domani è visto come un’incognita e tutto ciò che accade è degno di essere vissuto alla giornata, senza chiedersi come o perché.

Freschezza e gioventù che continuano a pulsare anche nei brani successivi Stai bene su tutto e Sembra Woodstock.

Probabilmente però è Strano il brano che maggiormente rappresenta il titolo del disco. Un inno alla propria identità e al non rinunciare mai a se stessi.

La seconda parte del disco va invece a sviscerare l’argomento principe, ossia l’amore. Non cambia mai, Niente a parte te, Bang bang, Tracce di te e Cicatrici vanno ad esplorare in tutte le forme l’amore. Lo fanno tutte con la purezza che solo un giovane può esprimere, senza la disillusione che talvolta rende i cuori adulti avidi e privi di empatia.

In sostanza Luigi Strangis ci porta un prodotto fresco, destinato ad un pubblico molto giovane sia per contenuti che in sonorità. Un prodotto forse per una fascia d’età eccessivamente settoriale, ma che si lascia apprezzare se preso con la giusta mentalità anche da persone adulte.

Il tempo ci dirà se il vincitore di quest’edizione di Amici avrà una carriera fortunata o se sarà una delle meteore che troppo spesso hanno pervaso la discografia italiana. Non ci resta che augurare buona fortuna al giovane artista

Andrea Pastore

Seguici su Google News

Back to top button