Il 17 ottobre esce al cinema Maleficent, Signora Del Male, secondo capitolo del live action che ha riscritto La Bella Addormentata Nel Bosco.

Parlare di Maleficent, Signora Del Male non è così semplice come può sembrare.

Partendo dal fatto che sia il sequel di un film dal valore piuttosto discutibile, sicuramente si porta dietro una buona dose di pregiudizi.

Io personalmente sono una di quelle che non ha apprezzato il primo capitolo, nonostante i diversi spunti interessanti, e per questo le aspettative non erano alte.

Insomma, non ho mai perdonato il fatto che mi avessero promesso la storia della cattiva delle cattive, interpretata da un’Angelina Jolie mozzafiato e perfetta nel ruolo, per poi ritrovarmi un livello di buonismo troppo alto da sopportare.

maleficent signora del male
Angelina Jolie is Maleficent in Disney’s MALEFICENT: MISTRESS OF EVIL.

Senza nulla togliere al messaggio di fondo che comunque risultava innovativo e sviluppato in maniera coerente.

Mi hanno privato della mia spettacolare villain e io ci sono rimasta male, sebbene quella dea di Angelina risulti comunque meravigliosa.

Comunque, con queste premesse, approcciarsi a Maleficent, Signora Del Male con oggettività non è stato facile.

C’è da dire però, che almeno in parte si è rivelata una piacevole sorpresa.

Forse perché le aspettative erano molto basse, ma ci siamo trovati di fronte ad un film che alla fine ha retto in ogni suo aspetto, risultando anche piacevole.

Partendo dalla trama, ovviamente non si tratta di nulla di particolarmente emozionante.

Il rapporto tra Malefica e Aurora, originato da un tradimento, dalla vendetta e infine dall’amore, è cresciuto ed è forte.

Ciononostante c’è ancora dell’astio tra gli uomini e le creature magiche.

Il matrimonio di Aurora con il Principe Filippo è motivo di festeggiamenti in tutto il Regno e nelle terre vicine, poiché le nozze uniranno i due mondi.

Un incontro inaspettato però darà vita a una nuova potente alleanza.

Malefica e Aurora si ritroveranno sui fronti opposti di una Grande Guerra che metterà alla prova la loro lealtà e le porterà a chiedersi se potranno essere davvero una famiglia.

maleficent signora del male
Angelina Jolie is Maleficent and Elle Fanning is Aurora in Disney’s MALEFICENT: MISTRESS OF EVIL.

Maleficent, Signora Del Male – i punti di forza

Nello sviluppare questa storia apparentemente semplice, si sono andati a toccare temi particolarmente rilevanti, che hanno quindi aggiunto spessore al film.

La maternità, la diversità, la segregazione, il razzismo, il vero significato di famiglia sono solo alcune delle tematiche che risaltano nel corso del lungometraggio, portando lo spettatore a riflettere.

Il grande punto di forza però è sicuramente l’impatto visivo.

Con dei costumi incredibilmente curati e fantasiosi, e in’esplosione di colori accuratamente studiati a seconda delle situazioni, Maleficent diventa un piacere per gli occhi.

Il creature design poi, realizzato con ispirazione e fantasia, conferisce senza dubbio un taglio unico ed incantevole al mondo costruito per l’occasione.

maleficent signora del male
Angelina Jolie is Maleficent, Sam Riley is Diaval, Jenn Murray is Gerda, Harris Dickinson is Prince Phillip, Elle Fanning is Aurora, Robert Lindsay is King John and Michelle Pfeiffer is Queen Ingrith in Disney’s live-action MALEFICENT: MISTRESS OF EVIL.

In aggiunta a ciò, vedere sullo schermo due attrici immense come Angelina Jolie e Michelle Pfeiffer, nei panni della perfida regina Ingrith, è sempre uno spettacolo senza eguali.

Come dico sempre io, troppa bellezza in un film solo.

Il loro modo di approcciarsi ai due personaggi contrapposti, aiutate anche da esperienze personali (di cui hanno parlato anche alla conferenza stampa), ha conferito sfumature interessanti ed appassionanti a due personaggi già potenti di loro.

Le due attrici sono senza dubbio dotate di un carisma e un fascino fuori dal comune, che le rende magnetiche, e per questo riescono a portare il lungometraggio ad un livello decisamente superiore alle aspettative.

La piacevole sorpresa insomma, è stata ritrovarsi di fronte ad un film comunque ben costruito e che si regge sulle proprie gambe, in cui azione e forti emozioni si bilanciano con equilibrio.

Anche gli effetti speciali risultano degli di nota, ormai marchio di fabbrica inconfondibile di casa Disney.

angelina jolie
Angelina Jolie is Maleficent in Disney’s MALEFICENT: MISTRESS OF EVIL.

Cosa aspettarsi da questo nuovo live action

Senza alcun dubbio è un ottimo film per famiglie.

In pieno stile Disney riesce ad emozionare ed appassionare, regalando importanti lezioni sulla vita e sul mondo che ci circonda.

Tra magia e creature fantastiche, l’effetto meraviglia è comunque assicurato per tutte le età.

Ciò che rende Maleficent, Signora Del Male più interessante del precedente live action, è che per certi versi sembra avere più senso.

maleficent signora del male
Michelle Pfeiffer is Queen Ingrith in Disney’s live-action MALEFICENT: MISTRESS OF EVIL

Sarà perché siamo ormai abituati ad una Malefica dal cuore tenero, o perché effettivamente abbiano costruito l’intreccio su basi più solide, ma sembra reggersi molto meglio sulle sue gambe.

Nel complesso quindi, non è certo un film di cui sentivamo la necessità, ma che comunque riesce a catturare l’attenzione senza troppe pretese.

Inoltre, vedere Angelina Jolie nei panni della villain più iconica della Disney è d’altra parte uno spettacolo di cui non ci si stanca mai.

angelina jolie
Angelina Jolie is Maleficent in Disney’s MALEFICENT: MISTRESS OF EVIL.

Grazie alla sua bravura poi, questa volta è riuscita ad aggiungere ancora qualche nuova sfumatura alla sua personalità già rivoluzionata.

Se perciò avete voglia di emozionarvi e rimanere incantati da questa storia raccontata con un tocco di magia, direi che il 17 ottobre non potete perdervi Maleficent, Signora Del Male.

Se una scettica come me è uscita piuttosto soddisfatta, allora significa che ne vale la pena.

Antea Ruggero

© RIPRODUZIONE RISERVATA