Mammuth, la prima si gioca a Forlì

La federazione ha emesso il comunicato ufficiale che determina i calendari della Serie B. I giallorossi esordiranno il 27 ottobre sul campo della Libertas Forlì. 

“Bisogna ritornare sui passi già dati, per ripeterli, e per tracciarvi a fianco nuovi cammini. Bisogna ricominciare il viaggio. Sempre.“

È tutto vero, anche il poeta scrittore portoghese José Saramago lo sapeva, bisogna ricominciare. Ricominciare sempre. L’estate sta pian piano lasciando il passo ad un timido autunno, a Roma c’è ancora un piacevole caldo che accompagna le serate di allenamento dei Mammuth che stanno alternando sedute di preparazione atletica all’aperto con quelle in pista. Quest’anno, a differenza di dodici mesi fa, la preparazione sta seguendo un obiettivo ben preciso. Questa volta l’inizio della stazione ufficiale, quella in cui il disco cadrà nel centro d’ingaggio sancendo la prima gara di campionato, è ben definito.

Dopo alcune settimane, nelle quali si è discusso tra Federazione e società per trovare una soluzione alla formulazione del campionato, si è giunti ad un punto d’incontro e finalmente è uscito il tanto atteso comunicato ufficiale.

I Mammuth sanno che il 27 ottobre scenderanno in pista contro la retrocessa della massima serie, la Libertas Forli. Un avversario temibile e di tutto rispetto, una pista difficile che con le proprie dimensioni, ben più grandi del Palamunicipio, nasconde insidie e fatiche.

In questa prima fase i giallorossi se la vedranno, oltre che con la formazione romagnola, anche con la formazione dei Castelli Romani (paternariato tra Genzano e Velletri) e con Modena. Quest’ultima però molto probabilmente verrà sostituita con Riccione, le due squadre infatti verranno invertite di posto da un girone a l’altro. Al termine delle sei gare si continuerà immediatamente a giocare in base al piazzamento ottenuto nelle prima fase,  che determinerà un’altra serie di incontri ma questa volta con l’inserimento delle formazioni dell’altro girone (Piacenza, Torre Pellice, Trieste e Riccione/Modena).

Lo svolgimento è molto più semplice di quanto si possa immaginare ed è stato studiato per contenere le lunghe distanze che separano le squadre, ma mantenendo sempre lo stesso numero di gare stagionali. Inutile dire che siamo in trepidante attesa di iniziare la stagione e tornare a calcare le piste riassaporando quella sensazione di competizione ed agonismo. 

Stiamo per iniziare una nuova stagione, una nuova avventura e tracceremo nuovi cammini. L’importante è ricominciare, ricominciate sempre.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA