Calcio

Mancosu, è il calciatore del Lecce il possibile sostituto di Borini?

L’Hellas Verona ha chiuso il suo campionato, ottimo, al nono posto in classifica. Durante il corso della stagione appena archiviata, la compagine di Ivan Juric ha combattuto, per un periodo, per la qualificazione in Europa League. Obiettivo, poi, saltato. Adesso, è periodo di calciomercato: Tony D’Amico potrebbe sostituire il dubbioso Fabio Borini con Marco Mancosu, jolly di centrocampo del Lecce appena retrocesso in Serie B. La trattativa potrebbe essere agevolata proprio dalla retrocessione dei salentini.

Mancosu del Lecce (Getty Images)
Mancosu del Lecce (Getty Images)

Mancosu: l’Hellas Verona pronto a prenderlo dal Lecce?

L’Hellas Verona pensa già al futuro. La compagine gialloblu vorrebbe continuare il matrimonio sportivo con Fabio Borini, seconda punta che sotto la guida di Ivan Juric ha disputato una buona stagione. Il suo contratto è in scadenza e l’ex Milan e Roma ancora non ha sciolto i dubbi sul suo futuro. È stato proprio il calciatore a rivelarlo a Dazn:

“Futuro? Non posso ancora sciogliere i dubbi. Serve una mentalità più forte per stabilirsi in Serie A, come abbiamo fatto quest’anno”.

La possibile partenza della seconda punta nata a Bentivoglio potrebbe spalancare le porte dell’Hellas Verona a Marco Mancosu, jolly di centrocampo del Lecce appena retrocesso. Nonostante la Serie B, l’ex calciatore di Cagliari e Benevento ha disputato una grandissima stagione con i salentini mettendo a segno 14 reti in 33 partite. Uno score che, unito alla duttilità tattica del calciatore che può ricoprire anche il ruolo di esterno alto, potrebbe aiutare gli Scaligeri nel prossimo futuro.

Opzione rinnovo

Marco Mancosu, però, potrebbe rimanere a Lecce prolungando il contratto fino al 2022 con una clausola rescissoria pari a 3 milioni di euro. È quanto riportato dal giornalista Alfredo Pedullà che apre il campo ad una possibile permanenza, nonostante la Serie B, del bomber giallorosso che tanto bene ha fatto nella stagione di massima serie appena conclusa.

Seguici su Metropolitan Magazine

Back to top button