Musica

Maneskin: trionfo agli American Music Awards

La rock band più in voga del momento, quella dei Maneskin, ha ritirato (rigorosamente in reggicalze) la statuetta per “la miglior canzone rock” grazie al singolo “Beggin'”, riservandosi così un posto ai Grammy 2023.

Un’altra importante conquista per la band più frizzante degli ultimi tempi

I Maneskin sul palco degli American Music Awards – Photo Credits Tgcom24

I Maneskin, band formata da Damiano, Ethan, Thomas e Victoria, sono infatti saliti sull’ambito palco del Microsoft Theatre a Los Angeles, in occasione degli AMA (American Music Awards), in cui hanno ritirato il premio per la miglior canzone rock dell’anno (con il brano Beggin’) e naturalmente lasciando il segno: i reggicalze stanno ancora meglio quando si sale vittoriosi sul palco!

Queste le parole del frontman Damiano:

“Grazie a tutti è bellissimo. Prima di tutto voglio dire che per noi, come italiani, nessuno avrebbe mai pensato che avremmo potuto ritrovarci tra alcuni dei migliori artisti al mondo. Quindi per noi questo è meraviglioso e dobbiamo ancora realizzare. Non ci saremmo mai aspettati di vincere in questa categoria agli American Music Awards, contro questi artisti immensi.”

La concorrenza era di altissimo livello

I Maneskin hanno gareggiato con una concorrenza estremamente importante, accanto ad artisti come i Foo Fighters con “Love Dies Young”, gli Imagine Dragons x JID con “Enemy”, Kate Bush con “Running Up That Hill (A Deal With God)” e i Red Hot Chili Peppers con “Black Summer”.

La band è riuscita anche a tenere testa all’amatissima Taylor Swift, che si è aggiudicata ben 6 riconoscimenti come miglior artista, miglior video, miglior artista femminile, miglior album pop, miglior artista femminile country, miglior album country; seguita dalla band k-pop BTS che ha ottenuto i riconoscimenti di miglior gruppo e miglior artista k-pop e dal ben noto Harry Styles (miglior artista maschile e miglior canzone pop). 

Gli appuntamenti per il futuro: già si pensa ai Grammy 2023 (ma non solo)

I Maneskin sono in fermento per un altro appuntamento internazionale: i Grammy 2023 (5 febbraio 2023), in cui concorreranno nella categoria “miglior nuovo artista” e si fronteggeranno con Anitta Omar Apollo, Domi e JD Beck, Muni Long, Samara Joy, Latto, Tobe Nwigwe, Molly Tuttle e Wet Leg. Ma nel frattempo, il 20 gennaio uscirà il loro nuovo album “Rush” ed è già sold out il live del 24 luglio a San Siro, la band ha quindi raddoppiato le date negli stadi inserendo 2 nuovi appuntamenti: il 21 luglio allo Stadio Olimpico di Roma ed il 25 luglio a San Siro.

Serena Pala

Seguici su Google News

Back to top button