Tennis

Marco Cecchinato fuori a Bastad: ad andare ai quarti di finale è Coria

Dopo il martedì nero di ieri (con ben quattro italiani eliminati tra Bastad, Amburgo e Newport), non ce l’ha fatta quest’oggi Marco Cecchinato a rendere la pillola un po’ meno amara. Il siciliano, infatti, è uscito sconfitto al terzo set contro l’argentino Federico Coria nel proprio incontro di ottavi di finale al Nordea Open. Previsto per la giornata di domani invece, sempre nell’evento svedese, l’esordio nel torneo di Fabio Fognini, ultimo azzurro in gara questa settimana. Il ligure, beneficiario di un bye al primo turno, se la vedrà al secondo round contro lo spagnolo Roberto Carballes Baena.

Sfuma per l’azzurro il secondo quarto di finale stagionale

Brutta sconfitta, per come è arrivata, per Marco Cecchinato agli ottavi di finale del torneo ATP 250 di Bastad. Il siciliano sembrava poterla chiudere addirittura in due set ma alla fine un piccolo passaggio a vuoto a metà del secondo ha letteralmente rivitalizzato il suo avversario, che è riuscito a chiudere il match al parziale decisivo. E’ finita 4-6 6-4 6-3 dopo 2h e 10 minuti di partita. Tanto di cappello comunque per Federico Coria, che negli ultimi quattro tornei ha vinto un titolo al Challenger di Prostejov ed è arrivato in finale rispettivamente al Challenger di Milano e a Salisburgo. Quest’oggi una conferma importante anche nel circuito maggiore. Venerdì sarà lui a doversela vedere nei quarti di finale contro uno tra il cileno Garìn (testa di serie numero 2) o lo spagnolo Martinez Portero. Brutta battuta d’arresto invece per Cecchinato. Sfuma per lui il secondo quarto di finale della stagione dopo quello raggiunto due mesi fa’ all’Emilia Romagna Open (dove poi venne sconfitto in finale da uno scatenato Sebastian Korda).

Marco Cecchinato parte alla grande ma cede alla distanza contro Coria

Ad uscire meglio dai blocchi è il giocatore di Rosario, che nel terzo game trova il break: 2-1 e servizio a disposizione. Da qui, però, inizia tutta un’altra partita per Cecchinato, bravissimo a non farsi minimamente scalfire da questo svantaggio iniziale. L’azzurro, infatti, recupera immediatamente nel quarto gioco la battuta appena persa e poi si ripete quattro game più tardi. Qui tuttavia, sopra 5-3 e servizio, rischia di vanificare tutto rimettendo pericolosamente in discussione la frazione. Coria, infatti, non demorde e si rifà sotto sul 5-4. Rammarico per il siciliano, che non riesce a sfruttare anche un set point. Fortunatamente per Marco, però, l’argentino commette alcune grossolane banalità nel decimo game e dunque dopo 44 minuti il primo set è italiano: 6-4. Nel secondo set un buon Cecchinato viene condannato da un solo passaggio a vuoto.

Nel settimo game, infatti, l’azzurro si rende protagonista di due doppi falli consecutivi che di fatto regalano il break del 4-3 al numero 77 del mondo. Quest’ultimo si galvanizza e disputa un grandissimo finale di parziale: dopo 1h e 29 minuti è 6-4 Coria. Si va al terzo e decisivo set. L’italiano s’innervosisce sin da subito e la dimostrazione è il break subito a freddo in apertura. L’argentino non ha particolari problemi a tenere i propri turni di battuta contro un Marco che inizia a palesare anche qualche difficoltà dal punto di vista fisico. L’azzurro non gioca nemmeno male e prova comunque a restare attaccato alla partita. Nel nono game però arriverà anche il doppio break di svantaggio, quello che purtroppo coincide anche con la sconfitta definitiva per 6-3.

ENRICO RICCIULLI

Photo Credit: account Twitter ufficiale degli Internazionali BNL d’Italia, @InteBNLdItalia

Adv
Adv
Back to top button