Gossip e Tv

Marco Masini, chi era il padre Giancarlo e la madre Anna Maria: “Non sono riuscito a dirle addio”

Marco Masini nasce a Firenze il 18 Settembre 1964 da papà Giancarlo, che lavora come rappresentante di prodotti per parrucchiera, e da mamma Anna Maria, che insegna alle elementari come maestra. La prima volta che Marco Masini sale sul palco è a venti anni per sostituire il suo principale che non ha più voce, in un piano bar a Firenze.

La musica però ha sempre fatto parte della vita di Marco Masini, che fin da piccolissimo si dimostra interessato e infatti sotto consiglio dello zio comincia ad andare a lezioni di musica da una professoressa, studiando la musica classica, nonostante ami di più la musica leggera, Pop ed il Rock

La passione per la musica gli è stata infatti trasmessa dalla madre che cantava e suonava il piano molto bene. Masini ama ricordarla con affetto, mentre con la sua bella voce accompagna i pezzi che lui suona. Masini racconta che Lei e il padre andavano di frequente a ballare portandosi Marco che spesso e volentieri sale sul palco e canta “l’edera”, la sua canzone preferita.

Da giovanissimo Masini inizia la gavetta facendo il musicista notturno, vita faticosa che lo costringe ad abbandonare la scuola. Scelta che causa conflitti in famiglia. Per qualche tempo lavora con il padre e lo affianca come rappresentante fino a che nel 1980 la famiglia apre un bar a Firenze, dove il cantante da una mano, assieme alla sorella Susanna.

Nel 1984 purtroppo l’amata mamma si ammala di un tumore al colon molto aggressivo che la porta alla morte. Dopo 37 anni Marco Masini ricorda ancora quel periodo con tanta tristezza ed amarezza. Il cantante in quell’anno era impegnato con il servizio militare e non riuscì a dire “addio” alla madre.

Marco Masini ricorda inizialmente la madre e il profondo legame che aveva instaurato con lei: “Non sono riuscito a dirle tutto.

Partii per il militare un anno prima con mia madre già malata, ma ho avuto la fortuna di starle accanto fino a un certo punto. Il giorno in cui morì, la sera avevo una serata e il mio dovere mi portò a svolgerla. Avevo un amico accanto che venne con me e cerco in tutte le maniere di non farmi pensare a ciò che era successo. Ma la musica ha questo pregio: distrarti da ciò che succede. La musica la considero oltre che un amore, una grande amica, perché mi ha aiutato, mi ha salvato, consigliato. Mi ha tenuto sempre compagnia“.

Sono due le canzoni che il cantautore Marco Masini dedica ad Anna Maria Masini, la madre. Il primo brano risale infatti al 2009, “Lontano dai tuoi angeli”. Brano che permette al cantautore di esprimere tutto il suo ringraziamento nei confronti della mamma tanto amata che gli ha trasmesso l’amore per la musica, permettendogli di avere la straordinaria carriera che ha effettivamente avuto.

Il secondo brano che Masini dedica alla madre è “Spostato di un secondo”, brano del 2017 in cui il cantautore esprime tutta l’amarezza per non essere riuscito ad avere dalla sua parte il tempo e aver potuto dare l’ultimo saluto alla mamma.

Marco Masini era molto legato anche al padre Giancarlo che purtroppo è deceduto nel Giugno del 2020. Anche a lui Masini dedica un brano nel 1990 “Caro Babbo”, una canzone autobiografica, ispirata da una vera lettera scritta da Masini al padre, ma mai realmente consegnata.

Seguici su Google News

Back to top button