Musica

Margherita Vicario, la travolgente energia della funambolica artista all’Atlantico Live di Roma

Adv

Margherita Vicario per la prima volta approda sul palco dell’Atlantico Live di Roma, con il gran finale del tour che l’ha vista protagonista nei maggiori club della penisola.

Attesa caldissima per  l’ultima data nella sua città scandita dal pubblico in fremito che inneggiava la cantante richiamandola dopo l’uscita di scena della sorprendente Iruna, opening act del live che ha catalizzato il pubblico traghettandolo verso il main show dell’artista capitolina. Iruna al secolo Irene Montesi , ha intrettenuto l’Atlantico con grande padronanza ed esperienza da consumata artista. In total red Margherita Vicario appare sul proscenio scatenando e coinvolgendo il pubblico sin dalla prima nota di Astronauti, ultimissimo singolo al quale è affidato il compito di aprire il live.

Margherita Vicario, gli ospiti del concerto all’Atlantico di Roma

L’atmosfera diventa subito incandescente con i brani tratti dall’ultimo album Bingo che costituiscono l’ossatura del concerto, durante il quale la 34enne apporta grande dinamicità accompagnata da un’ottima performance vocale, un’affiatatissima band e supportata dalla notevole prova della corista Micol Touadi. Il pubblico è rapito dal groove e conosce alla perfezione i singoli brani che vengono cantati tutti a squarciagola. Nell’ultimo show del tour la setlist prevede come nella data milanese che ha visto la partecipazione di Elodie, ed i Selton, importanti ospiti come La Rappresentante Di Lista, i primi della notte romana con i quali duetta sul brano della queer band “Questo Corpo”. Una magnetica sirena, Margherita Vicario non si risparmia per tutta la durata dello show, rinnovando un flusso energetico in continua evoluzione verso il pubblico.

Si alternano Roberto “Bob” Angelini con il quale sfodera Frollino, brano estratto da primo album Minimal Musical (prodotto dallo stesso chitarrista), che catapulta il club in una nuova dimensione acustic folk, breve parentesi (insieme a Come Noi) in un live dal sapore potente e danzereccio dove spiccano i testi spigolosi, ruvidi e dannatamente attuali che hanno reso la Vicario portavoce di una nuova ed unica espressione musicale del nostro panorama. C’è anche Gaia Gozzi che raggiunge l’artista sul palco per Ginga tra gli ultimi brani della vincitrice di Amici 2019, realizzata in trio con l’assente Francesca Michielin.

La setlist del concerto di Roma

Dopo i saluti finali, il ritorno sul palco con le amatissime Mandela ed Abauè, che la congedano dalla serata: una festa importante con la quale ha raggiunto il grande pubblico confermandosi tra i nomi di spicco della nuova generazione cantautoriale. Un uragano dirompente che riesce con semplicità a passare tra diversi registri, in un nuova strada di fare pop tracciata dall’artista di fare pop tracciata dall’artista che possiamo definire in un sola parola: funambolica. Di seguito la setlist completa:

Astronauti Bingo Orangotango Romeo Troppi Preti Troppe Suore Dna XY La Meglio Gioventù Fred Astaire Questo Corpo con LRDL La Matrona Frollino con Roberto Angelini Per Un Bacio Come Va Is This Love Pincio Ginga con Gaia Come Noi Giubottino Pina Colada — Mandela Abauè

Le immagini sono a cura di © Lorenza Calafati

nickyabrami

Siciliana trapiantata a Roma. Abbandonati gli studi universitari, ho girato e giro in lungo e largo l'Italia per amore della musica e per passare qualche giorno in compagnia dei miei amici e di un buon bicchiere di vino. Ho collaborato con magazine musicali scrivendo live report su vari artisti italiani e stranieri e da gennaio 2017 ho occhi solo per Metropolitan Magazine

Related Articles

Back to top button