Politica

Mario Draghi saluta i giornalisti: “Un’esperienza straordinaria, buona coscienza per il lavoro fatto”

Il premier uscente Mario Draghi saluta i giornalisti a palazzo Chigi ritenendosi soddisfatto di questi 20 mesi di governo. Alle 16:30 è previsto l’ultimo incontro del consiglio dei ministri presieduto da Draghi.

Il bilancio dell’esperienza di Mario Draghi: il premier uscente saluta i giornalisti

Mario Draghi giornalisti

Mancano ormai pochi giorni al passaggio della campanella a Giorgia Meloni. La stagione da presidente del Consiglio si conclude in modo soddisfacente per Mario Draghi. In un’intervista rilasciata ai giornalisti davanti a Palazzo Chigi il premier uscente ha rinnovato i ringraziamenti fatti già la scorsa settimana, in occasione del varo del Dpb (Documento programmatico di bilancio):

Vi rivolgo un ringraziamento sentito. Voi in questi 20 mesi, tra pandemia e crisi energetica, avete svolto un servizio straordinario a cittadini aiutandoli a seguire e comprendere ciò che avviene. Un servizio straordinario anche per la democrazia italiana. Voi, stampa libera, avete avuto dal presidente del consiglio, da me il rispetto che si deve a stampa libera, rispondendo alle domande nel modo più chiaro possibile. Un atto dovuto ma anche un “segno di rispetto”.

Continuando il saluto alla Stampa, Mario Draghi ha poi colto l’occasione per comunicare il suo personale bilancio:

«Cosa ho imparato in 20 mesi? Troppe cose. E’ stata un’esperienza straordinaria di cui sono straordinariamente contento. Finisce in modo molto soddisfacente, Tutti noi abbiamo la buona coscienza del lavoro fatto».

Parole che rispecchiano perfettamente la sua lezione: “Conoscenza. Coraggio. Umiltà”. Nessun commento sulla caduta del Governo, nessuna battuta su chi andrà a sostituirlo.

«Ho finito, il governo ha finito»

Ha detto sorridente l‘ex presidente della Bce.

L’ultima riunione: «mi raccomando: non applaudite»

È finita, ma non del tutto. Alle 16:30 è convocata l’ultima riunione del Consiglio dei ministri. A complimentarsi per il lavoro svolto nell’arco di questi difficili 20 mesi, è anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella: «Eccellente lavoro e lusinghieri risultati ottenuti». Ancora sull’agenda è in programma la sua presenza a Bruxelles per un Consiglio europeo per l’ultimo round della sua battaglia per un tetto al prezzo del gas. La stampa ha poi posto a Draghi un interrogativo sulle sorti dell’Italia: «Presidente, è ottimista sul futuro dell’Italia?». Un semplice sorriso è stata la sua prima risposta, dopo aver ringraziato mentre si allontanava. Ritornando poi sui suoi passi commenta: «La non risposta è solo una non risposta, non c’è niente dietro, nessun significato, c’è solo un governo che ha finito». Per poi lasciare definitivamente la Sala Verde con un ultimo invito alla sua platea: «mi raccomando: non applaudite».

Rossella Di Gilio

Seguici su Google News

Back to top button