ApprofondiNerd

Marvel si tinge di horror: un viaggio da Morbius a Blade

Adv

La Marvel Horror dai fumetti al cinema: dai fumetti di Dracula e Licantropus alla comparsa sul grande schermo di Morbius e Blade.

Gli albori del Marvel Horror con Dracula

Già dagli anni Cinquanta la Marvel si era cimentata su alcune sfaccettature più “dark” e fantascientifiche, grazie alla serie Tales of Suspance e Strange Tales. In quel periodo era già entrato in vigore il Comics Code Authority, una censura entrata in vigore in quegli anni che bandiva certi contenuti nei fumetti, tra cui l’horror. Infatti la Marvel Horror ha preso piede negli anni Settanta, quando introduce uno dei primi personaggi: Dracula. Il primo numero, The Tomb Of Dracula n.1, creato da Gerry Conway e Gene Colan, e pubblicato nel 1972, narra la storia del vampiro in un contesto un po’ più contemporaneo, stando intorno ai personaggi legati al romanzo di Bram Stoker del 1897.

Le prime apparizioni di Morbius, Blade e Licantropus

Il Marvel Horror Universe si è ingrandito grazie all’introduzione di personaggi come Blade e nuove idee di personaggi non umani, come la presenza del lupo mannaro in Werewolf by Night, conosciuto come Licantropus in Italia.

Prima di dedicarsi al lancio dell’universo horror, Marvel aveva già provato a fare con questo genere, inserendo delle situazioni tenebrose nei suoi fumetti. Spider-Man è il personaggio che ha subito questa novità nel suo universo, considerando che nei primi decenni ha dovuto affrontare lupi mannari e vampiri. Morbius fece la sua prima comparsa nel volume 101 di “Amazing Spider-Man” del 1971, creazione di Roy Thomas e Gil Kane.

Blade: La leggenda di un ammazza vampiri su carta

Gli anni Novanta furono anche il periodo in cui si inizia a parlare del termine Cine-comic del mondo Marvel, con l’uscita della trilogia di Blade, nel 1998, con l’interpretazione magica di un Wesley Snipes da paura. Questo personaggio apparve per la prima volta su carta nel 1973 in Tomb of Dracula n.10, creato da Marv Wolfman e Gene Colan. Lui non ebbe così tanta fortuna ad avere una testata editoriale tutta sua, infatti compariva in fumetti di altri personaggi come personaggio secondario. Solo nel 2006 venne pubblicato la testata di fumetti dedicata all’ammazza vampiri.

È con la scena Post-credit di Eternals che abbiamo un indizio su un possibile ritorno. Nella scena infatti, scopriamo la vera identità di Dane Whitman, che apre una cassa che contiene un antico cimelio di famiglia: la Spada d’Ebano. Una misteriosa voce – che successivamente si è scoperto appartenere a Blade – gli chiede se sia davvero sicuro di sentirsi pronto.

Angelo Roberto Di Mauro

Seguici su Instagram

Angelo Roberto Di Mauro

Catanese classe '97, amante di Videogiochi, Fumetti, Cibo, Film e Serie tv e Viaggi. Va avanti a birra (rigorosamente artigianale) e Goleador, cercando di trovare tempo per fare ciò che vuole. Non ce la fa ma lotta lo stesso per farlo, d'altronde servirebbero più copie per fare ciò che vorrebbe.

Related Articles

Back to top button