MetroNerdPaperNerd

Mashle recensione: il nuovo sorprendente e magico manga di Star Comics

Uno degli annunci più interessanti fatti da Star Comics durante la conferenza del Lucca Comics dell’anno scorso è senza ombra dubbio Mashle. In molti aspettavano l’annuncio di questo manga, anche perché in Giappone ha avuto un successo davvero incredibile. Questo Shonen creato dal Mangaka Hajime Komoto è stato nominato alla sesta edizione del Tsugi ni Kuru Manga Taisho Awards e si è classificato undecimo su cinquanta candidati. Il primo numero ha avuto cosi tanto successo da essere ristampato e ad Aprile 2021 le copie in circolazione erano 1,4 milioni. Insomma un manga che si è imposto abbastanza bene sul mercato.

Quindi potrete facilmente capire, che aspettavo quest’opera con molta curiosità. Adesso grazie a Star Comics ho letto il primo numero di questo spassosissimo manga ambientato in un mondo dove la magia è di uso comune. ma cosa rende Mashle cosi speciale? cosa lo rende diverso da gli altri Shonen in commercio? Beh dopo aver letto il primo volume credo di aver capito il suo segreto. Però prima di parlarvene vi ricordo che Mashle è disponibile in un bundle che contiene primo e secondo volume più una cartolina lenticolare limitata. Il primo volume è anche disponibile in una versione variant con sovracoperta, la “Magic Edition!

mashle
Photo Credits: dal web

Mashle: un’incontro tra Harry Potter e il manga

Il primo pensiero che ci viene in mente leggendo Mashle è sicuramente Harry Potter! La famosissima saga creata da J.K Rowling, che ha appassionato milioni e milioni di persone in tutto il mondo. Questo perché l’opera del maestro Hajime Komoto cita parecchi elementi famosi di quel mondo, come ad esempio: una scuola di magia, che in questo caso non si chiama Hogwarts ma Easton, oppure un preside che richiama in tutto e per tutto Silente o ancora meglio uno sport che ricorda moltissimo il Quidditch. Insomma direte voi una scopiazzata vera e propria! Invece no, nonostante tutte le citazioni presenti in Mashle il manga riesce ad avere un’anima propria, intrattiene e convince fin dalle prime tavole. Essere catapultati in questo mondo dove la magia è di uso comune, mentre chi non possiede alcuna abilità magica viene braccato e torturato, è di una semplicità e di un piacere unico. Ma chi è quindi il giovane Mash? Quali avventure lo aspettano?

Entrare alla scuola di magia Easton… sotto ricatto!

Mash è un giovane ragazzo senza alcune particolare abilità magica, vive isolato in una casetta nella foresta con suo nonno, che ogni giorno lo sottopone ad intense sessione d’allenamento per sopperire alla sua mancanza di poteri magici. Inoltre Mash non ha il permesso di andare in città, questo per evitare di attirare l’attenzione della polizia magica, che come dicevamo prima bracca e tortura tutti quelli che non riescono ad usare la magia. Ma secondo voi Mash ubbidirà al nonno senza creare problemi? Assolutamente no! Infatti una volta in città attirerà L’attenzione di Brad(un pezzo grosso della polizia), che messo alle strette da Mash proporrà al giovane ragazzo un patto… o sarebbe meglio dire un ricatto! Se Mash riuscirà a diventare “l’illuminato divino” lascerà stare in pace lui e suo nonno. Ma cos’è l’illuminato divino? Non è nient’altro che il miglior studente della scuola di magia Easton, alla quale oltre ad una promozione di classe nobiliare, viene dato anche un premio in denaro. Facile intuire a cosa sia interessato Brad, molto più difficile invece è immaginare in quale casino si sia andato a cacciare Mash, costretto ad iscriversi alla Easton senza avere nessuna abilità magica ma soltanto una spropositata forza fisica.

In conclusione

Mashle è un’opera che riesce a tenervi incollati alla lettura con una naturalezza incredibile. Le numerose gag, unite alla caratterizzazione dei personaggi e alla storia semplice ma d’impatto, riusciranno a divertirvi e intrattenervi per tutta la durata della lettura. Non verrete minimamente disturbati dalle continue citazioni al mondo di Harry Potter. Anzi, visto che si tratta di citazioni volute, riusciranno a strapparvi molte risate. Avrete una sensazione di “confort zone”, che specialmente per gli amanti delle storie di J.K Rowling darà sicuramente quel quid in più all’opera. Mentre per tutti quelli che non hanno mai amato le sue storie, non fatevi spaventare e data una chance a Mashle nono ve ne pentirete. Quindi che dire, se il buongiorno si vede dal mattino e se Mashle riuscirà ad attestarsi su questi livelli, avremo tra le mani uno Shonen di assoluto valore.

Continuate a seguirci sui social di Facebook e Instagram!

Giacomo Variante(mino860)

Back to top button