Formula 1

Max Verstappen, ombre sul 2023 della Red Bull in Formula 1?

Due volte campione del mondo nell’ultima accoppiata di stagioni in Formula 1. Max Verstappen di Red Bull sogna il tris in questo 2023, ma l’olandese mantiene saggiamente i piedi per terra: nonostante il suo talento comprovato e smisurato, il campione arrivato dalla terra dei tulipani capisce perfettamente che per primeggiare nel Mondiale servirà possedere, ancora una volta, la macchina più performante. Riusciranno le avversarie, Mercedes e Ferrari su tutte, a scalfire lo strapotere del Toro?

Le parole di Max Verstappen sulla Red Bull

Max Verstappen, ombre sul 2023 della Red Bull in Formula 1?
(Credit foto – pagina Facebook Red Bull Racing)

Mi piacerebbe vincere altri titoli, ma serve intanto la macchina, e poi un po’ di fortuna – ha detto Max Verstappen ai microfoni di Autosprint –. Certo, ne ho vinti due, ma se non dovessi avere più l’opportunità di riuscirci va bene comunque. La vittoria del 2021 non credo mi abbia cambiato: queste vetture sono molto diverse, è servito tempo per adattarsi, anche perché la nostra era sovrappeso a inizio anno e questo non aiutava il bilanciamento. Ora mi godo il momento, così come lo scorso anno, ma quella pressione di vincere non c’è più. Dopo il primo mondiale ho detto che qualsiasi cosa verrà dopo sarà solo un plus, la vedo ancora così, non mi cambia la vita. So chi sono i miei amici, trascorro tanto tempo con loro e la mia famiglia, quindi nella mia vita non è cambiato nulla rispetto a 12 mesi fa“.

Penso che sarà difficile mantenere il livello del 2022, ma credo ancora che possiamo essere di nuovo molto competitivi – ha aggiunto l’olandese ai microfoni di Speedweek -. Mi aspetto però che le altre squadre si mettano al passo. La fine delle mie vittorie? Onestamente non ci penso molto. So che posso fornire le fornire le prestazioni giuste se ho una macchina veloce. Ma a volte non c’è questo tipo di macchina e so che verrà il momento. Spero solo che non accada presto“.

(Pagina Facebook Max Verstappen)

Seguici su Google News

Back to top button