Musica

Melancholia, chi è Benedetta Alessi e la sua band esplosiva di X Factor

I Melancholia sono una delle band emergenti in gara nella competizione di X Factor 2020. Sicuramente i tre giovani, Benedetta Alessi, Fabio e Filippo, componenti gruppo non potevano aspettarsi un supervisore migliore, dal momento che che possono contare sui saggi consigli del mitico ex frontman degli Afterhours Manuel Agnelli. I Melancholia vedono come coraggiosa frontwoman la cantante Benedetta Alessi, a seguire ci sono il chitarrista Filippo Petruccioli e il tastierista Fabio Azzarelli.

La loro produzione ha il sapore di una particolare formula, risultato della fusione di vari generi musicali. Ascoltando la loro impronta stilistica si possono percepire evidenti tratti ripresi dal rock degli anni Ottanta, passando al cantautorato italiano, condendo il tutto con sentori di hip hop e di drum and bass anni Novanta. Una particolare proposta che presenta le promesse perugine in un interessante ed inedito sound moderno.

Il gruppo musicale è stato fondato nel 2016, nel 2018 hanno realizzato il primo videoclip musicale. La location selezionata è stata la città di Dublino ed il brano si intitola Black hole. Nello stesso anno si sono aggiudicati il primo posto sul podio dell’Emergenza Festival (realizzato proprio per far gareggiare band emergenti), svoltosi in Baviera.

In quell’occasione Benedetta, Filippo e Fabio hanno avuto l’opportunità di rafforzarsi caratterialmente, esibendosi di fronte ad un pubblico di migliaia di persone. Durante le audizioni di X Factor hanno impressionato i giudici con una performance molto groove, che li ha convinti ad ammetterli in gara.

Chi è Benedetta Alessi, frontwoman dei Melancholia

Classe 1998, Benedetta Alessi spinta dalla madre ha cominciato a cantare da molto piccola, e dopo un periodo di pausa dalla musica ha ripreso questa sua passione nel 2015 circa quando insieme a Fabio Azzarelli e Filippo Petruccioli ha fondato i Melancholia. A 19 anni si è iscritta all’Accademia di Belle Arti, ma un’altra sua grande passione, è il calcio. Benedetta ha infatti iniziato a rincorrere il pallone a 11 anni, diventando difensore della Grifo Perugia dal 2013 al 2017.

Di Filippo Petruccioli non si hanno molte notizie. Ciò che si sa è che è stato l’ultimo componente ad entrare nella band. Mentre Fabio Azzarelli è originario di Trani, anche se attualmente vive a Spello. Ha frequentato il liceo scientifico per poi proseguire gli studi all’Università di Perugia, intraprendendo il corso di Laurea in Economia e Cultura dell’Alimentazione.

Pare che il nome della band sia nato a caso sfogliando un libro di filosofia è uscita la parola Melancholia che rispecchia il loro genere musicale. Questa nasce dalla contaminazione di diversi generi che vanno dal cantautorato italiano al rock degli anni ’80, con una base elettronica e qualche incursione del genere rap. Gli stessi componenti della band hanno gusti musicali molto diversi tra loro, ed è forse qui che risiede il loro punto di forza, poiché hanno saputo legare le loro sonorità preferite, creando qualcosa di nuovo.

I Melancholia al quarto live

Nuova assegnazione di Manuel Agnelli per i beniamini della città di Foligno e per gli amanti della musica. I Melancholia, che nella prima manche torneranno sul palco con l’inedito Leon, nella seconda canteranno l’iconica Sweet Dreams (Are made of this) degli Eurythmics. Una sfida dopo tre esibizioni tutte all’attacco del trio umbro.

Sono convinto che possiate cantare anche cose meno estreme – ha detto Manuel Agnelli – sempre in maniera molto musicale con la voce“. E Benedetta Alessi (voce), Fabio Azzarelli (synth & drum machine) e Filippo Petruccioli (chitarra) si preparano, coinvolgendo i loro fan anche grazie allo stories di Instagram che vengono pubblicate quotidianamente come un appuntamento imperdibile.

Adv
Adv
Back to top button