Milan, che rimonta! I rossoneri stendono l’ Olympiacos 3-1

Vincono i rossoneri la seconda gara di Europa league,decisivi gli ingressi per Gattuso. Dopo l’iniziale vantaggio dell’Olympiacos,reazione del Milan nel secondo tempo. Decide la coppia Cutrone-Higuain per il 3-1 finale. Chissà che non debbano giocare insieme? 

 Presentazione:Debutto a San Siro per il Milan di Gattuso in questa seconda giornata del gruppo F di Europa league(Olympiacos,Dudelange,Betis). I rossoneri, dopo la vittoria contro i lussemburghesi del Dudelange, proveranno ad ottenere il secondo successo europeo per ipotecare la qualificazione ai sedicesimi di finale della competizione. Non sarà facile contro i greci dell’Olympiacos, squadra ostica ed esperta in campo europeo, ma momentaneamente a -2 dai rossoneri (0-0 nella prima giornata contro il Betis), Higuain e compagni dovranno dunque vincere per portarsi a +5 e affrontare, in questo modo, più serenamente i prossimi impegni internazionali(rossoneri di nuovo in campo il 25 ottobre contro il Betis a Milano).

Precedenti: Nonostante i buoni trascorsi internazionali della formazione greca, sono solo due i precedenti tra le due squadre e risalgono addirittura alla lontanissima Coppa Campioni del 1959. Una vittoria in casa ed un pareggio al Pireo il computo finale. Ottimi i precedenti dei rossoneri contro squadre greche, in 10 sfide(4 vittorie, 5 pareggi e una sola sconfitta). Altrettanto positivi i confronti per le italiane contro la  formazione greca, in Italia un misero bottino di 3 vittorie, un pareggio e ben 8 sconfitte (la più clamorosa contro la Juventus nel 2003-04 con un fragoroso 7-0).

Curiosità: La Grecia risveglia sicuramente dolci ricordi nelle menti dei cuori rossoneri. Ad Atene nel 2007 risale l’ultima Champions league vinta dal Milan contro il Liverpool per 2-1. Milan,inoltre, a caccia della 200 vittoria in campo europeo, traguardo che la squadra di Gattuso vorrà sicuramente raggiungere, come ulteriore riconoscimento per la squadra italiana più titolata in Europa.

(PHOTO CREDITS:Pianeta Milan) Gattuso e Bonaventura in conferenza pre-gara

Il momento delle due squadre: Il Milan è reduce da un netto successo in campionato 4-1 contro il Sassuolo. La formazione di Gattuso vuole trovare continuità di vittorie, dopo l’avvio non entusiasmante di stagione (2 vittorie,3 pareggi e 1 sconfitta con una partita da recuperare) per un avvio decisamente al di sotto delle aspettative prefissate. Importante sarà il recupero di Higuain, il Pipita partirà titolare al centro dell’attacco,dopo le assenze contro Empoli e Sassuolo. L’argentino è una pedina fondamentale, come ribadito più volte da Gattuso, e ha già dimostrato di essere il leader indiscusso di questo Milan di inizio stagione. Massima concentrazione, dunque, con pochi cambi e turnover rispetto alla gara vinta in campionato. In porta, ovviamente, spazio a Reina (portiere di coppa) .Torna Calabria sulla destra al posto di Abate, con Zapata ad accompagnare Romagnoli al centro (ancora indisponibile Caldara). A centrocampo chance per Bakayoko con Biglia e Bonaventura (riposo per Chalanoglu). Infine nel reparto offensivo con il ritorno di  Higuain, spazio sulle ali a Suso (in grande forma, doppietta per lui contro il Sassuolo) e Castillejo, anche lui a segno a Reggio Emilia.

I greci sono imbattuti da 5 gare in campo internazionale e hanno iniziato in maniera positiva il loro percorso in campionato. In Super league, gli uomini di Pedro Martins sono infatti quinti a -1 però dalla testa della classifica occupata dal Paok. Proprio contro il Paok l’ Olympiacos ha incassato fin qui l’unica sconfitta stagionale. Da segnalare la presenza dal primo minuto di Yaya Tourè, esperto centrocampista ex City e Barcellona e dell’ ex Roma e Bologna Vasilis Torosidis

(PHOTO CREDITS:La Gazzetta) Higuain contro l’Atalanta

 

Formazioni: Milan(4-3-3): Reina, Calabria, Zapata, Romagnoli, Rodriguez, Bakayoko, Biglia, Bonaventura, Suso, Higuain, Castillejo All G.Gattuso.

Olympiacos(4-2-3-1): Josè Sà, Torosidis, Roderick , Cissè, Koutris, Natcho, Guilherme,Fetfatzidis,Yayà Tourè, Nahuel, Guerrero  All P.Martins.

Arbitro: Bobby Madden(SCO)

Cronaca: Buon avvio del Milan che già al primo minuto conquista una punizione dal limite, dopo un buon pallone recuperato sulla trequarti da Bakayoko(ingenuità di Cissè). Suso spreca,colpendo la barriera. Al 5′ splendido traversone di Suso  con il mancino dalla destra a premiare il perfetto inserimento di Bonaventura che colpisce di testa in porta, Castillejo devia  in rete con un tap-in a Josè Sà battuto. Tutto fermo: è fuorigioco. Al 13′ doccia fredda per il Milan, grande lancio a liberare il terzino Koutris sulla sinistra e cross perfetto nel mezzo, Guerrero colpisce benissimo di testa anticipando un disattento Zapata e battendo Reina sul secondo palo. 0-1 e quinto gol  stagionale per l’ex attaccante spagnolo del Leganès.  Milan troppo timido nel tentare soluzioni offensive, contro un Olympiacos molto attento in fase difensiva, i rossoneri provano a spingere sulla destra sfruttando l’asse Calabria-Suso con vani attacchi. I greci non rinunciano, tuttavia, ad attaccare e si rendono pericolosi con un tiro da fuori di Nahuel, la conclusione si spegne alla destra di Reina. Al 31′ punizione conquistata da Bakayoko al limite dell’area di rigore con un ingenuo fallo di Cissè(prestazione fin qui monumentale del centrale senegalese dell’Olympiacos). Higuain calcia però abbondantemente alto. Gattuso prova a cambiare modulo per dare maggiore pesantezza al reparto offensivo 4-4-2 con Castillejo e Higuain centrali e Bonaventura e Suso larghi sugli esterni. Subito pericolosi, infatti, i rossoneri: Higuain lanciato a rete al 35′ trova la grande risposta con i piedi di un attento Josè Sà. Cresce il Milan nel finale di primo tempo, clamorosa opportunità per il gol del pareggio ma Castillejo non riesce a ribadire in rete il perfetto cross dalla destra di Suso. Dopo un  pericoloso colpo di testa di Zapata su calcio d’angolo, finisce la prima frazione di gioco con un buon Milan nel finale che paga la disattenzione del centrale colombiano  a inizio gara.

(PHOTO CREDITS:You tube) Guerrero, autore del gol del vantaggio dell’Olympiacos.

Secondo tempo: Subito grave disattenzione del Milan, Bakayoko perde un sanguinoso pallone al limite dell’area, Guilherme recupera e conclude dalla distanza, tiro centrale e nessun problema per Reina. Immediata risposta del Milan, apertura perfetta di Higuain a liberare Suso sulla destra, lo spagnolo rientra sul mancino, come suo solito, e prova a sorprendere Josè Sà sul suo palo, l’estremo difensore portoghese risponde presente.             Gattuso cambia per rinvigorire i suoi e recuperare il risultato: dentro Cutrone e Calhanoglu,   fuori Castillejo e Bonaventura. Continuano però a giocare bene i greci creando  densità a centrocampo con un attivissimo Fetfatzidis, bravo a far ammonire immediatamente il neo-entrato Calhanoglu. Milan che alza i giri del motore, provando a tenere i greci nella loro metà campo, grandissima opportunità all’ora di gioco: ennesimo cross di Suso ma Cutrone non trova la deviazione vincente per questione di centimetri. Al 65′ altra occasione mancata per la squadra rossonera, schema dalla bandierina: Calhanoglu serve Zapata liberissimo all’ altezza del dischetto ma il difensore colombiano cicca clamorosamente il pallone,confermando di non essere in giornata. Al 70′ si accende il solito Cutrone, provvidenziale come sempre quando entra a partita in corso: gran cross dalla sinistra di Rodriguez a sorprendere Cissè alle sue spalle, Cutrone sbuca nell’area piccola e batte Josè Sà con un bel colpo di testa,1-1 e settimo gol europeo per il giovanissimo attaccante del Milan. Scatenato il giovane classe 98 del Milan che per pochissimo non trova il 2-1 mancando la deviazione sul cross di Suso. Finale di partita divertentissimo, reazione Olympiacos con un sinistro pericoloso di Fetfatzidis che si perde di un metro dalla sinistra di Reina. Rossoneri che hanno tuttavia un altro ritmo grazie ai nuovi ingressi e bravi in 6 minuti a capovolgere il risultato:  azione da attaccante puro del Pipita,l’argentino sterza in area di rigore,liberandosi di Roderick,per poi battere da vero bomber il portiere avversario col mancino:2-1!                                                                                                                    Gattuso cambia la partita e grazie ai neo-entrati arriva il 3-1 a concludere ogni possibilità di rimonta dell’Olympiacos: Suso libera uno scatenato Calhanoglu sulla destra, il turco serve un pallone dolcissimo nel mezzo, colpendo di sorpresa la sorniona difesa greca, Cutrone ancora una volta ribadisce in rete da vero rapace d’area. Standing ovation intanto  per Suso, dentro Borini. Nel finale, ordinaria amministrazione per il Milan, con i greci incapaci e stanchi per poter organizzare una reazione. Dopo i 3 minuti di recupero e un palo  con Calhanoglu(mancino ad incrociare), termina il match sul 3-1 finale.

(PHOTO CREDITS:newsmondo) Cutrone,decisivo con una doppietta

FRANCESCO MANCINI

© RIPRODUZIONE RISERVATA