Milan e Inter siete da primo posto?

La pausa per le Nazionali capita al momento giusto per Milan e Inter, entrambe sconfitte da Juventus e Atalanta. Sicuramente è arrivato il momento di fare un bilancio del percorso compiuto dalle due milanesi.

MILAN: I rossoneri hanno iniziato male la stagione, raccogliendo pochissimi punti nonostante il buon calcio giocato. Dopo un estate assai turbolenta e con il passaggio della società nelle mani di Elliott, il Milan è stato costretto prima a risolvere tutti i problemi finanziari lasciati dal cinese Yonghong Li e poi a investire nella squadra. La stagione rossonera parte con gli stessi interpreti dell’anno scorso più qualche volto nuovo. Uno dei nuovi acquisti è Higuain, attaccante fondamentale per la squadra di Gattuso. Nelle prime uscite, l’argentino fa fatica a incidere, infatti, il più delle volte, si improvvisa uomo assist che finalizzatore. Le prime serie difficoltà cominciano proprio con la sconfitta nel derby. La vittoria dell’Inter siglata nei minuti di recupero (con la complicità del portiere rossonero Donnarumma) colpisce nell’orgoglio il Milan, tanto da perdere anche il primato in classifica nella sfida contro il Real Betis a San Siro per 1-2. Gattuso fatica a trovare soluzioni per rianimare una squadra che, in quattro giorni, ha perso due match fondamentali. Nonostante ciò il tecnico rossonero non perde l’entusiasmo e continua a credere nella squadra. Il gruppo sente la vicinanza della dirigenza e del pubblico e con tre buone prestazioni si rimette in corsa per un posto in Champions League. Nel ritorno di Europa League contro la squadra spagnola, il Milan usa tutte le energie a sua disposizione e proprio per questo molti giocatori ne escono con diversi problemi fisici. Prima dello scontro con la Juventus, i rossoneri hanno numerosi titolari infortunati. La squadra di Allegri batte i rossoneri per 0-2 e evidenziando la netta differenza organizzativa e tecnica tra le due squadre. Per questo motivo la dirigenza del Milan si sta concentrando molto sul rafforzare il team con innesti importanti come Ibrahimovic e Rodrigo Caio.

INTER: A differenza del Milan, l’Inter si afferma come possibile rivale della Juventus per la vittoria finale. Nonostante qualche brutto scivolone iniziale come la sconfitta con il Sassuolo di De Zerbi e quella con il Parma di D’Aversa, i nerazzurri dimostrano di essere una squadra quadrata, forte fisicamente e tecnicamente. Gli uomini di Spalletti fanno partire le loro sette vittorie consecutive dalla partita vinta in rimonta nei minuti finali contro il Tottenham in Champions League. L’importante serie di successi porta l’Inter ad avere lo stesso passo della Juventus e del Napoli. Nonostante questo periodo di forma, i nerazzurri restano secondi nel loro girone e non riescono a conquistare il secondo posto in campionato. Le sconfitte contro Barcellona e Atalanta penalizzano su entrambi i fronti la squadra di Spalletti. Difficilmente l’Inter proverà grandi azioni di mercato a Gennaio, visto quanto successo abbaino avuto i numerosi acquisti fatti prima dell’inizio del campionato. Eppure si parla di un ingresso in società da parte di Marotta, ormai slegato dalla Juventus. Da notare è l’accordo quasi raggiunto con il Milan riguardo la questione dello stadio San Siro. La stessa struttura potrebbe subire un cambio di nome.

di Luigi Giannelli

https://metropolitanmagazine.it/wp-admin/post.php?post=124508&action=edit

© RIPRODUZIONE RISERVATA