14.4 C
Roma
Maggio 10, 2021, lunedì

Cutrone all’ultimo respiro: il Milan batte la Roma 2-1 al “Meazza”

- Advertisement -

Il Milan vince all’ultimo respiro grazie a Cutrone che, a trenta secondi dalla fine del match, sfrutta l’assist delizioso di Higuain (palla persa malamente da N’Zonzi) e regala tre punti fondamentali ai rossoneri. La Roma, pervenuta al pareggio nel secondo tempo, si arrende al tramonto della gara dopo una prova incolore, soprattutto nei primi quarantacinque. La squadra di Gattuso sale a quota tre (attendendo il recupero) condannando i giallorossi alla prima sconfitta in campionato. La squadra guidata da Di Francesco resta a quota quattro.  

PRECEDENTI E STATISTICHE:
Grandi emozioni negli ultimi cinque precedenti tra Milan e Roma con i giallorossi assoluti mattatori delle ultime sfide milanesi: sono tre, infatti, le affermazioni dei capitolini a fronte di un solo successo rossonero (stagione 2014/15) ed un pari (2-2 nel 2013/14). L’ultimissimo precedente nel capoluogo lombardo sorride ai romani: la compagine guidata da Di Francesco s’impose 2-0 (Dzeko e Florenzi) siglando le reti negli ultimo venti minuti di match. La partita con il maggior numero di goal segnati è da ricercarsi nella stagione sportiva 1949/50: i padroni di casi s’imposero 6-2 sugli ospiti romanisti. In undici precedenti la contesa è terminata 1-0 in favore dei rossoneri: è il risultato più gettonato. La totalità degli incontri disputati da Milan e Roma al Meazza pendono dalla parte dei lombardi: in 83 precedenti, i rossoneri hanno colto i tre punti in 45 occasioni. Le affermazioni della Roma ed i pareggi, invece, si fermano a quotano 19. Sono 144 le realizzazioni del Milan mentre i capitolini hanno gonfiato le reti di San Siro 90 volte.

La rete di Florenzi in Milan-Roma dello scorso anno (foto dal web)

 IL TABELLINO:

MILAN (4-3-3): G. Donnarumma; Calabria, Musacchio, Romagnoli, Rodriguez; Kessié, Biglia, Bonaventura; Suso, Higuain, Calhanoglu. All. Gennaro Gattuso.

ROMA (3-4-1-2): Olsen; Manolas, Fazio, Marcano; Karsdorp, De Rossi, Nzonzi, Kolarov; Pastore; Schick, Dzeko. All. Eusebio Di Francesco. 

Marcatori: 40′ Kessié; 59′ Fazio; 95′ Cutrone.

Terna arbitrale: Guida (arbritro); Carbone-Passeri (assistenti); Mazzoleni (Var); Del Giovane (assistente Var). 

Impianto: stadio Giuseppe Meazza in Milano. Capienza: 80.018 posti.

Lo stadio “Giuseppe Meazza” in San Siro.

LA CRONACA DEL MATCH:
Primissimi minuti di match favorevoli ai padroni di casa che si fanno vivi dalle parti di Olsen con il piazzato di Calhanoglu che non impegna l’estremo difensore svedese. Ritmi bassi nell’alba della gara con il Milan che si fa preferire alla Roma. Al 16′ Suso libera Calabria che entra in area di rigore ma il tentativo termina alto sopra la traversa. Buon momento per i rossoneri che subito dopo sfiorano il vantaggio con il fendente di Higuain: bravo Olsen a chiudere in calcio d’angolo. Al 28′ l’azione avvolgente del Milan libera al tiro da fuori area Suso, il tentativo dello spagnolo è disinnescato in angolo dal portiere ex Copenhagen. Al 35′ si vede anche la Roma: azione giallorossa che si sviluppa sulla fascia di Kolarov, il serbo riceve palla e mette al centro per Schick, il ceco stacca di testa ma la conclusione è debole e centrale. Al 40′ il Milan raccoglie i frutti di un primo tempo passato in proiezione offensiva: azione continuata dei rossoneri che sfocia sulla fascia di Rodriguez, lo svizzero crossa basso al centro trovando sul secondo palo Kessié che, senza pressione, insacca facilmente. 

Kessié ha sbloccato la partita di San Siro (foto dal web)

La ripresa si apre con il possesso palla del Milan ma è la Roma ad avere la prima palla goal: al 50′ Higuain perde palla sulla trequarti azionando Dzeko, il bosniaco tenta da limite dell’area di rigore la soluzione a giro col mancino: palla fuori di poco con Donnarumma inchiodato sulla linea di porta. La Roma sembra più logica e attenta nelle prime battute del secondo tempo e raccoglie i frutti della lieve pressione al 59′: confusione nell’area di rigore dei rossoneri, Calabria spazza l’aria ma serve involontariamente Fazio che, al volo, trova l’angolino lontano. Quinta rete in Serie A per il centrale argentino. I rossoneri reagiscono immediatamente siglando il nuovo vantaggio con Higuain ma l’ex Juventus viene pescato in fuorigioco dall’occhio vigile del Var. 

Federico Fazio in azione su Kessié (foto dal web)

Il goal annullato non scoraggia la squadra di Gattuso che continua a macinare gioco portando pericoli dalle parti di Olsen: al 65′ Calhanoglu, senza pressione, calcia malamente permettendo all’estremo difensore giallorosso di sventare la minaccia; al 69′ è il turno di Rodriguez, il tentativo del laterale svizzero è debole e non crea grossi problemi al numero uno romanista. Brutto pallone perso da N’Zonzi al limite dell’area in favore di Higuain: l’argentino si coordina ma calcia alto sopra la traversa. Lo stesso calciatore francese si vede annullare una rete dal Var per tocco di mano sugli sviluppi di calcio d’angolo. Al 88′ Cristante, subentrato nella corso della ripresa, perde una brutta palla ed aziona il contropiede del Milan, Higuain arriva al limite dell’area di rigore, tenta il tiro ma viene murato da Manolas. In pieno recupero Calabria sbaglia l’uscita favorendo la conclusa di Dzeko, il bomber romanista mastica la conclusione e la sfera si perde sul fondo. Goal sbagliato, goal subito: N’Zonzi perde palla sulla trequarti per Higuain, l’ex bianconero imbuca per Cutrone che davanti a Olsen non sbaglia. All’ultimo respiro, i rossoneri colgono una vittoria fondamentale. La Roma esce sconfitta dal “Meazza” dopo tre vittorie consecutive. 

ANDREA MARI

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI DELL’AUTORE

Pagina Facebook dell’autore

Account Twitter autore

Pagina Facebook Metropolitan Magazine Italia

Account Twitter ufficiale Metropolitan Magazine Italia

© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -
- Advertisement -

Continua a leggere

- Advertisement -

Ultime News

- Advertisement -