Calcio

Milan, Tomori il grande colpo in ottica scudetto?

Tra le squadre in lotta per un posto d’alta classifica, il Milan è la società che è intervenuta maggiormente nel calciomercato invernale appena terminato. Tre acquisti, uno per reparto, che consentiranno al tecnico Pioli di poter aumentare le rotazioni in questa seconda parte di stagione che vede i rossoneri in lotta sia in campionato che in Europa League. Tra i nuovi volti quello che si è già fatto notare con personalità è Fikayo Tomori, arrivato in prestito con diritto di riscatto dal Chelsea.

Tomori si prende il Milan

Arrivato in Italia poco più di due settimane fa, nella sfida di oggi contro il Crotone Tomori giocherà la sua terza partita in maglia rossonera, di cui la seconda consecutiva da titolare. Complice l’infortunio di Kjaer nel derby di Coppa Italia, Pioli ha deciso di puntare fin da subito sul neo acquisto, che ha ripagato la fiducia dell’allenatore con due prove molto positive sia dal punto di vista tecnico che da quello caratteriale dimostrando una grande capacità di adattamento. Tomori è arrivato dopo che nell’ultimo anno e mezzo ha trovato pochissimo spazio nelle gerarchie del Chelsea. Nonostante fosse molto apprezzato dall’ex tecnico dei Blues Lampard, che lo aveva allenato anche al Derby County nel 2018-19, l’eccessiva concorrenza ha costretto il difensore inglese a sedersi spesso in panchina.

Le poche partite giocate avevano destato dei dubbi sulle possibili condizioni fisiche con cui si sarebbe presentato, ma nelle prime uscite Tomori ha dimostrato di essere in un grandissimo stato di forma, a testimonianza del fatto che nonostante il poco spazio avuto a disposizione ha continuato ad allenarsi al proprio meglio per farsi trovare subito pronto. Questo pomeriggio dunque ci sarà nuovamente lui a guidare la difesa insieme a capitan Romagnoli, e se nei prossimi mesi si confermerà a questi livelli i 28 milioni previsti dal diritto di riscatto saranno l’ennesima dimostrazione del grande lavoro di Maldini e degli uomini mercato del Milan.

Seguici su Facebook, Instagram e Twitter!

ALESSIO ACHENZA

Credito foto qui

Pulsante per tornare all'inizio