Sport

Milano Quanta in cerca della European League

Si sta giocando a Roana la European League, la manifestazione che incoronerà la migliore squadra di club europea. Milano e Cittadella passano il turno e volano alla fase finale.

Abbiamo tutti le nostre macchine del tempo. Alcune ci riportano indietro, e si chiamano ricordi. Alcune ci portano avanti, e si chiamano sogni.

La nostra mente è speciale ed è capace di cose inimmaginabili. È una macchina perfetta che ci rende unici, ci regala emozioni e come disse Jeremy Irons, attore britannico, è in grado di mandarci in giro per il tempo.
Da giovedì Roana (VI) ha aperto le proprie braccia per accogliere l’ennesima manifestazione internazionale. La città dell’altopiano, ormai specializzata nell’organizzazione di eventi, ha issato sul palazzetto la bandiera della “European League”, importantissima competizione che incoronerà la regina europea di club. Quattro giorni di puro hockey inline nei quali si vedranno sfilare le migliori squadre in circolazione ed a rappresentare l’Italia ci sono Milano e Cittadella. Un evento che dà lustro all’altopiano ed a tutto il movimento italiano al quale si regala questo spettacolo. Non capita tutti i giorni infatti di avere la possibilità di assistere a questo genere di gare e Roana sembra averci preso gusto.

Il Cittadella festeggia il passaggio del turno Foto ©R. Strazzabosco

Cittadella, dopo la salvezza, la partecipazione alla Coppa Europea

Non è stata una stagione tranquilla quella del Cittadella che ha dovuto faticare non poco per conquistare la salvezza in serie A. Situazione nella quale non eravamo abituati a vedere i granata che negli ultimi anni hanno lottato per coppe e scudetti contro Milano. La rifondazione nella squadra del presidente Pierobon ha fatto sì che si vivesse una nuova nascita, si gettassero le basi per il futuro e l’obiettivo di riuscire a stringere i denti rimanendo nella massima serie è stato raggiunto. A fine stagione, almeno quella regolare, per loro è arrivata anche la soddisfazione di partecipare alla European League e la vittoria all’esordio è la giusta ricompensa. Ma i granata non si sono fermati e con una sconfitta e due vittorie hanno strappato il biglietto per la fase finale. Una soddisfazione non da poco in una manifestazione così importante che dimostra la voglia e lo spirito dei veneti.

Milano vola alla seconda fase con tre vittorie Foto ©Marco Guariglia

Milano a Roana per il sogno europeo

Il Milano Quanta è di certo una delle formazioni, forse la maggiore, a godere del pronostico della vittoria finale. Lo scorso anno la squadra meneghina allenata da Coach Rigoni arrivò ad un soffio dal sogno di alzare la tanto ambita coppa, l’unica che manca nella bacheca del Quanta Club. Quest’anno ci riproverà e lo farà con maggior vigore data anche l’assenza dei campioni francesi del Rethel. Un’occasione ghiotta proprio per Coach Luca Rigoni ed altri giocatori del Milano come Lievore, Munari e Fabio Rigoni che proprio sull’altopiano ci sono nati e cresciuti e possono avere la doppia soddisfazione di vincere e farlo in casa. I presupposti ci sono tutti e come da copione i rossoblu sono volati nella fase finale inanellando nel girone preliminare tre vittorie, mettendo a segno 30 reti e subendone solo 1. Non male come biglietto da visita.

La strada però è ancora lunga anche se è stata intrapresa nel migliore dei modi. Stavolta la macchina del tempo non deve portare indietro, ma lanciare nel futuro facendo sognare nel migliore dei modi.

Adv

Related Articles

Back to top button