Cronaca

Scuola, il Ministero contro le fake news: “I sintomatici resteranno a casa”

Il Miur smentisce categoricamente la fake news che sta girando sulla scuola. “Le autorità sanitarie non isoleranno alcun bambino positivo al virus”.

Scuola, il Ministero contro le fake news: "I sintomatici resteranno a casa"
Foto Pixabay

La fake news sulla scuola

Da giorni sta girando una bufala secondo la quale gli alunni con sintomi compatibili al Coronavirus, verranno affidati alle autorità sanitarie senza poter essere prelevati dai genitori. Niente di più falso. Notizia prontamente smentita dal Ministero dell’Istruzione. “Sta girando una grave bufala che racconta come si debba gestire un alunno che, all’interno dell’istituto scolastico, presenti sintomi compatibili con il Covid-19” – scrive il Miur – “Si sostiene che ai genitori non sarà permesso prelevare i propri figli e che questi verranno affidati alle autorità sanitarie. Falso. Il Protocollo di sicurezza prevede che si debba provvedere immediatamente al ritorno presso il proprio domicilio, attivando le procedure sanitarie per la sicurezza comune“.

Intanto, oggi 19 agosto il Comitato tecnico scientifico del governo sarà chiamato a fare un nuovo punto sulle misure in vista del rientro a scuola. Il tema principale sarà sull’utilizzo delle mascherine in aula e le indicazioni per gestire eventuali casi di Covid a scuola.

Il testo della bufala

La falsa notizia che sta facendo il giro dei social ha preoccupato diversi genitori. “Il 14 settembre non autorizzo nessun personale della scuola ad isolare mio figlio. Nessun personale sanitario può prelevare mio figlio da scuola in mia assenza traumatizzandolo. Non firmerò alcun foglio di autorizzazione che prevede questo trattamento. Fino alla maggiore età io genitore sono unico tutore di mio figlio”, questo il testo della notizia fake.

Andrea Caucci Molara

Resta aggiornato su Metropolitan Magazine Attualità. Seguici su Facebook

Back to top button