MMI Today | Il disastro di Chernobyl

Il 26 aprile 1986 una centrale elettronucleare esplodeva a Chernobyl causando 31 vittime. Dopo l’esplosione una nube radioattiva ricoprì l’Ucraina, la Bielorussia e la Russia, contaminando 8.4 milioni di persone per poi spostarsi in tutta Europa, anche in Italia.

Le conseguenze del disastro di Chernobyl dureranno decenni. L’8 dicembre 2016 una risoluzione delle Nazioni Unite ha fatto diventare il 26 aprile la Giornata Internazionale in Commemorazione del disastro di Chernobyl

Il TG1 del 26 aprile 1986 annuncia il disastro di Chernobyl

La prima volta che il 26 aprile appare nelle cronache storiche è nel 121 d.C. quando nasceva a Roma Cesare Marco Aurelio Antonino Augusto passato alla storia semplicemente come Marco Aurelio,l’imperatore filosofo di Roma divenuto famoso per la sua magnanimità. La sua statua troneggia ancora oggi in Campidoglio.

il disastro di Chernobyl
La statua equestre di Marco Aurelio a Roma, immagine tratta da pixabay.com

Facciamo un salto nel tempo fino al 26 aprile 1478 quando nel Duomo di Firenze i Pazzi misero in atto la loro congiura per eliminare i Medici. Giuliano, fratello di Lorenzo il Magnifico, rimase ucciso mentre Lorenzo riuscì a salvarsi e a scatenare la vendetta popolare contro i Pazzi che furono tutti giustiziati.

La congiura dei Pazzi tratta dalla serie I Medici

Giovedì 26 aprile 1798 nasceva in Francia uno dei più grandi pittori francesi di tutti i tempi : Eugene Delacroix. Il suo quadro più famoso e rivoluzionario è senza dubbio La Libertà che guida il popolo.

il disastro di Chernobyl
La Libertà che guida il popolo di Eugene Delacroix, immagine tratta da analisidellopera.it

Il 26 aprile 1859 l’Austria dichiara guerra al regno del Piemonte. Scoppia la seconda guerra d’indipendenza che si conclude con la sconfitta dell’Austria che sarà costretta a cedere la Lombardia.

Quasi sessant’anni dopo il 26 aprile 1915 Sidney Sonnino fima un patto a Londra con Regno Unito e Francia per impegnarsi ad entrare in guerra contro Austria e Germania . E’ la fine della Triplice Allenza di cui faceva parte l’Italia insieme proprio con Austria e Germania e l’entrata nella prima guerra mondiale del nostro paese.

Il 26 aprile 1925 nasceva in provincia di Cuneo il re della cioccolata Michele Ferrero, l’uomo che trasformò la Ferrero, attraverso prodotti che passeranno alla storia come la Nutella, in un impero dolciario famoso in tutto il mondo.

Il 26 aprile 1931 va in onda a New York la prima trasmissione televisiva sperimentale. A presentarla l’attrice Fay Marbe.

Sei anni dopo, il 26 aprile 1937, si verificò in Spagna il terribile bombardamento di Guernica effettuato da i nazisti e da i fascisti italiani per aiutare le forze franchiste contro quelle repubblicane. L’evento scosse molto l’opinione pubblica e ispirò il celebre quadro di Pablo Picasso che di Guernica prende il nome.

il disastro di Chernobyl
Guernica di Pablo Picasso, immagine tratta da artemagazine.it

Il 26 aprile 1938 nasce in Istria il pugile Nino Benvenuti. Campione mondiale dei pesi medi negli anni 60 dopo i leggendari match contro Emile Griffith, è ora commentatore Rai.

26 aprile 1940, nasce a Ortisei Giorgio Moroder . E’ compositore e musicista, autore di molte famose canzoni come Love Kills scritta in collaborazione con Freddie Mercury e To be number one che in Italia diventerà Un’estate italiana, l’inno dei mondiali di calcio del 1990.

Un’estate italiana, inno dei mondiali di calcio del 1990

5 anni dopo, il 26 aprile 1945, a Padova scoppia una violenta insurrezione partigiana in cui restarono uccisi 224 partigiani e 500 tra tedeschi e fascisti .

26 aprile 1950, nasce a Firenze Neri Parenti , regista cinematografico famoso per il suo sodalizio con Paolo Villaggio che, dopo l’abbandono di Luciano Salce, gli affida i film di Fantozzi.

6 anni dopo, il 26 aprile 1956, nasce in provincia di Milano Giacomo Poretti. Insieme ad Aldo Baglio e Giovanni Storti fa parte del famoso trio comico Aldo, Giovanni e Giacomo che ha spopolato al cinema e in tv.

Aldo, Giovanni e Giacomo La Subaru Baracca

Il 26 aprile 1961 va in onda sulla Rai la prima puntata di quella che diventerà un famosa trasmissione degli anni 60’-70’. Stiamo parlando di Tribuna politica che era presentato all’epoca dal giornalista Jader Jacobelli.

Un anno dopo, il 26 aprile 1962, la sonda spaziale Ranger 4, lanciata dagli Stati Uniti, si schiantava sulla Luna. La sonda faceva parte del Programma Ranger, un programma scientifico che prevedeva la creazione il lancio di sonde sulla Luna per lo studio della superficie lunare.

Facciamo gli auguri alla first lady Melania Trump che, nata in Slovenia il 26 aprile 1970, compie oggi 49 anni. E’ dal 2005 la moglie di Donald Trump, il presidente degli Stati Uniti.

il disastro di Chernobyl
Melania Trump, immagine tratta da ansa.it

Il 26 aprile 1971 nasce a Roma Giorgia Todrini meglio nota a tutti come Giorgia. E’ tra le migliori cantanti italiane di sempre ed è vincitrice del festival di Sanremo. Questa è Come Saprei la canzone che la consacrò definitivamente con la vittoria di Sanremo.

Giorgia, Come Saprei

26 aprile 1994, dopo la fine della segregazione razziale dell’apartheid, si tennero in Sudafrica le prime elezioni a cui parteciparono uomini e donne nere con la vittoria di Nelson Mandela .

Un anno dopo, il 26 aprile 1995, nasce a Catania il famoso cantante italiano Lorenzo Fragola che ha vinto Xfactor nel 2014. Questa è la sua canzone Siamo uguali con cui ha partecipato a Sanremo.

Lorenzo Fragola, Siamo uguali

7 anni dopo, il 26 aprile 2002, il diciannovenne Robert Steinhäuser compie un massacro nella sua scuola di Erfurt in Germania, uccidendo 17 persone a colpi di arma da fuoco.

Concludiamo la nostra rubrica ricordandovi che oggi è anche la Giornata mondiale della Proprietà Intellettuale per ricordare l’importanza dei diritti della proprietà intellettuale nell’innovazione e nella creatività. Vi lasciamo infine con A te , la meravigliosa e romantica canzone di Jovanotti, prima nelle classifiche italiane il 26 aprile 2008.

Jovanotti, A te

© RIPRODUZIONE RISERVATA