Cultura

Harvey Milk: un uomo votato ai diritti

MMIToday: ricordiamo Harvey Milk, primo politico apertamente omosessuale assassinato il 27 novembre 1978

Era il 27 novembre del 1978 quando Dan White, ex consigliere comunale conservatore, uccideva con tre colpi di pistola Harvey Milk, prima persona omosessuale ad essere eletto per una carica istituzionale. Si trattava della seconda vittima di quel giorno, dopo il sindaco di San Francisco, George Moscone.

Harvey Milk diventava così un martire della causa dei diritti civili, così come in vita era un punto di riferimento per la comunità gay di San Francisco.

Erano gli Anni Settanta e da poco la comunità medica statunitense aveva ammesso che l’omosessualità non era un disturbo mentale. La lotta per affermare i diritti di questa e di altre minoranze doveva sembrare una battaglia contro i mulini a vento.

Harvey Milk durante una manifestazione
Milk durante una manifestazione contro la discriminazione. Fonte: San Francisco Chronicles

Ma Harvey Milk non era solito arrendersi. Di formazione matematica, servì nella marina militare fino al 1955, quando fu congedato a causa della sua sessualità. Reinventatosi come insegnante visse in diverse città e come molti dovette vivere la sua identità in segreto.

Solo negli anni Sessanta iniziò a lavorare con la Society for Individual Rights, contro le violenze della polizia nei confronti degli omosessuali. Nel 1972 si trasferì a San Francisco, nel quartiere Castro e da allora iniziò la sua carriera politica.

Eletto nel 1977 come consigliere sotto il sindaco George Moscone, ebbe un ruolo fondamentale nell’abolizione delle leggi sulla sodomia e di diverse regole che permettevano il licenziamento di persone apertamente omosessuali.

Il suo omicidio avvenne dopo il rifiuto del sindaco di accettare nuovamente nel Consiglio Comunale Dan White, politico conservatore che si era dimesso dopo uno scontro con Milk.

Sean Penn nel ruolo di Harvey Milk nel film del 2008
Sean Penn nel film “Milk” del 2008, fonteç WikiMedia Commons

Oggi Harvey Milk è considerato un martire della causa LGBT e dei diritti civili in generale. Viene ricordato in diversi libri e opere cinematografiche, di cui il più recente è il film Milk (2008) con Sean Penn nel ruolo del politico.

Il 27 novembre nella storia

Tornando indietro nella storia, il 27 novembre del 1798 avviene la battaglia di Terni tra le truppe della Prima Repubblica Francese e quelle del Regno di Napoli.

Saltando al secolo successivo, più precisamente al 1868, assistiamo alla battaglia di Washita, l’ennesimo attacco delle truppe statunitensi contro le tribù native americane.

Nel 1895, Alfred Nobel sottoscrive il testamento che istituirà il Premio Nobel. Arrivando a tempi più recenti, il 27 novembre del 1957, il Primo Ministro indiano Jawaharlal Nehru lancia un appello verso Stati Uniti e Unione Sovietica perché cessino i test nucleari.

Infine nel 1990 i paesi dell’Unione Europea firmano gli accordi di Schengen, che permettono a persone e merci di circolare liberamente.

Nehru
Il Primo Ministro Indiano Jawaharlal Nehru, fonte: WikiMedia Commons

Nati il 27 novembre

Nasceva in questa data nell’anno 1701 il fisico e astronomo svedese Anders Celsius, cui dobbiamo la scala centigrada.

Bruce Lee
Bruce Lee, fonte: Empire Italia

Tra i personaggi più recenti abbiamo invece ben due miti scomparsi giovani, ossia il grande Jimi Hendrix, classe 1942 e il maestro delle arti marziali Bruce Lee.

Compie gli anni oggi anche l’allenatore Roberto Mancini.

Morti il 27 novembre

Tra coloro che ci lasciavano in questa data troviamo invece, oltre al già citato Harvey Milk, il poeta latino Orazio, lo scrittore Alexandre Dumas figlio e il medico Edward Bach, inventore della terapia a base di “fiori di Bach”.

Concludiamo questo appuntamento con MMI Today con un brano di Jimi Hendrix, “Hey Joe”.

Back to top button