Moby Dick di Herman Melville è, senza ombra di dubbio, uno dei più grandi capolavori americani dell’Ottocento.

Tutta colpa di Moby Dick, la Balena Bianca

Pubblicato nel 1851, il romanzo è la storia, raccontata in prima persona, del protagonista Ismaele.

Dopo aver conosciuto Quiqueg, originario della Polinesia, si reca con lui a Nuntacket. Attraverso i pensieri e le esperienze di Ismaele, anche il lettore entra a far parte della spedizione di una nave baleniera, il Pequod.

Al comando della nave c’è il capitano Achab, ossessionato dalla vendetta contro Moby Dick che, in un’altra spedizione, gli aveva strappato una gamba.

Non è una semplice nave alla ricerca di una balena, ma è lo strumento di vendetta del suo capitano. Tutta colpa di Moby Dick.

C’è una saggezza che è dolore, ma c’è un dolore che è follia.

Da qui inizia l’avventura in mare aperto, verso l’ignoto, verso questa balena (anzi, un capodoglio). Il viaggio, nel complesso, dura diversi giorni, finché la balena viene avvistata.

La caccia a Moby Dick dura tre giorni, sarà feroce e sanguinaria, mortale.

Il romanzo

Lo stile si alterna tra prosa e opera teatrale, e racchiude in sé il romanzo d’avventura, la riflessione filosofica e antropologica, la fede in Dio. Non è il semplice racconto di un viaggio, ma lo spettacolare modo che Melville ha di raccontare la natura. 

Il mare sembra così visivamente pacato che, alle volte, i vari personaggi dimenticano che la sua immensa profondità nasconda abissi mai scoperti.

Se, da un lato, è vero che Herman Melville non scriveva attraverso metafore, oggi Moby Dick non è una semplice descrizione dell’ossessione esistenziale dell’uomo, ma il contrasto tra uomo e natura: la natura che si ribella al comportamento invasivo e deleterio dell’uomo. 

Sebbene il libro sia stato pubblicato nell’Ottocento, la caccia alla balena esiste ancora in tre paesi: Norvegia, Giappone e Islanda. Inizialmente disprezzato dalla critica, e deriso dai lettori, Moby Dick è diventato il capolavoro di Melville, un classico americano di indiscutibile valore letterario. Soprattutto oggi.

Consigliato a chi ha voglio di dedicarsi a un grande classico della letteratura americana, e a chi ha voglio di lasciarsi trasportare da un’avventura che è una lotta per la vita.

La vita di una Balena che, da anni, cerca di sopravvivere al perenne attacco dell’uomo. La lotta di un uomo che, accecato dal dolore e dalla vendetta, non smette di sorvegliare l’orizzonte.

© RIPRODUZIONE RISERVATA