Sport

Mondiali volley femminile 2022: numeri e statistiche

Si è conclusa nella giornata di ieri la prima fase dei Mondiali di volley femminile 2022. La formula prevede ora due raggruppamenti da otto squadre, formati dalle migliori quattro per ognuno dei quattro gironi di partenza. Anche la nostra Nazionale italiana di pallavolo, guidata dal Commissario Tecnico Davide Mazzanti, prenderà parte a questa fase dopo aver vinto tutte le gare della prima fase. L’occasione è adatta per impostare una prima analisi numerica dell’andamento di questa prima fase della rassegna iridata.

Statistiche di squadra ed individuali dei Mondiali volley femminile 2022

Partendo da un dato “di squadra” che premia le nostre azzurre, l’Italia è stata infatti l’unica squadra a terminare il proprio girone da imbattuta e con il massimo dei punti disponibili. Le azzurre sono prime anche nel quoziente set: 7,5 (pari con la Serbia); e nel quoziente punti: 1,314.

Passando ai numeri delle singole giocatrici, la palma di miglior marcatrice va nettamente alla belga Britt Herbots. La schiacciatrice, passata quest’anno a Firenze, ha fatto registrare la bellezza di 123 punti nelle cinque partite disputate, di cui ben 113 ottenuti dall’attacco, risultando primissima anche in questo dato. Oltre alla prova maiuscola offerta contro le azzurre, è sua la miglior prestazione individuale di questo Mondiale sinora, con i 41 incredibili punti messi a segno nei quattro set contro i Paesi Bassi (secondo miglior dato della storia della competizione dopo i 45 di Paola Egonu del 2018).

Guardando invece i numeri che riguardano il fondamentale del muro cambia la proprietaria del miglior dato di questa prima fase, ma non cambia la nazionalità. Con 23 punti ottenuti a muro guida infatti la classifica la centrale belga Marlies Janssens.

Ponendo ora la lente d’ingrandimento sul rendimento al servizio delle giocatrici di questo Mondiale, si può evincere come la migliore per numero di ace è stata l’opposta statunitense Annie Drews. Nonostante un difficile ultimo match contro la Serbia, la 29enne ha trovato ben 13 punti diretti con il servizio nelle partite del girone, un bottino invidiabile in una componente del gioco sempre più determinante.

Gabriele Viespoli

Seguici su Google News

Back to top button