Nessuno svegli il Monopoli da questo bellissimo sogno. Dopo aver battuto il Teramo nella giornata di campionato appena trascorsa, i biancoverdi si sono issati in solitaria come terza forza del torneo. Con la partecipazione ai prossimi playoff quasi in tasca, gli uomini di Scienza tenteranno l’assalto al secondo posto, occupato dal Bari. I pugliesi di sponda biancorossa infatti, distano solo tre lunghezze con 54 punti conquistati, a fronte dei 51 dei Gabbiani.

Monopoli: è una stagione da record

Dall’esterno, quasi nessuno avrebbe potuto immaginare un cammino così dirompente da parte del Monopoli. Di diverso avviso sono stati invece i tifosi biancoverdi, che a inizio stagione hanno totalizzato più di 1000 abbonamenti. Mai era successo prima di quest’anno nella storia del club pugliese.

Si può dire che la fiducia e le aspettative dei “dodicesimi in campo” siano state finora ampiamente ripagate. Come accennato, i gabbiani sono terzi a quota 51 e il record di punti conquistati in un campionato rischia di essere polverizzato. Due stagioni fa infatti, il Monopoli arrivò sesto alla fine dei giochi, totalizzando 53 punti. Da record è sicuramente anche la serie di vittorie ottenute nel torneo: 16 in 26 partite.

Fella guida la marcia biancoverde

Trascinatore indiscusso della squadra è senza dubbio Giuseppe Fella. Perfettamente in linea con l’andamento della sua squadra, Fella sta facendo registrare la sua miglior stagione. Fin qui, 16 centri in campionato e secondo posto nella classifica marcatori dietro ad Antenucci con 17. Già 5 reti in più messe a segno per l’attaccante biancoverde rispetto al suo record di marcature in un torneo.

Prossimo avversario: al Veneziani arriva la Sicula Leonzio

La prossima sfida di campionato vedrà il Monopoli affrontare tra le mura amiche la Sicula Leonzio, Domenica alle ore 15. Partita da non sbagliare per i padroni di casa, che potrebbero cogliere l’occasione per aumentare il divario con la Ternana, quarta in classifica. Gli umbri infatti, saranno impegnati nel difficile scontro contro il Catania.

© RIPRODUZIONE RISERVATA