Il Monterosi piazza il primo colpo di calciomercato: è arrivato alla corte del tecnico D’Antoni il giovane portiere, classe 2001, Alessio Salvato. L’estremo difensore, dopo essere nato e cresciuto calcisticamente nel Ladispoli, è pronto a compiere la prima esperienza fuori dalle porte di casa. Salvato nel corso della sua carriera ha bruciato le tappe, arrivando ad esordire in Serie D a neanche 17 anni compiuti. Dopo due campionati da titolare nella quarta serie, grazie ai quali è maturato, il giovane è pronto a compiere un ulteriore salto di qualità. Ecco, in esclusiva, le sue dichiarazioni.

La presentazione di Alessio Salvato (Credit: Monterosi)
La presentazione di Alessio Salvato (Credit: Monterosi)

Monterosi, ecco Salvato: “Ho scelto il Monterosi perché è un élite del calcio laziale”

Alessio Salvato non ha dubbi: “Ho scelto il Monterosi per confrontarmi con una squadra che fa parte dell’élite del calcio dilettantistico laziale, è una società con grandi obiettivi. Senza nulla togliere al Ladispoli”

Dopo quattordici anni passati nella tua città, Ladispoli, inizia una nuova avventura: quando hai capito che era giunta l’ora di cambiare aria? Hai rimpianti?

“La volontà di cambiare aria era già nella mia mente da molto tempo, però ho preferito restare a Ladispoli per confermare ciò di buono che avevo fatto. L’unico rimpianto è stato quello di non poter finire questa stagione e cercare di ottenere un’altra grande salvezza come successo lo scorso anno.”

Il Monterosi rappresenta un salto di qualità per la tua carriera: avevi altre proposte? Come mai hai scelto questo progetto?

“Sì, avevo altre proposte ma ho scelto di prendere tutto il tempo che avevo a disposizione per concentrarmi anche sullo studio. Ho sposato questo progetto perché ho sempre ammirato il Monterosi, per i campionati che ha svolto e per la serietà della società. Il progetto è importante e sono onorato di poterne fare parte.”

Quali obiettivi personali pensi di raggiungere il prossimo anno?

“Ovviamente cercherò di dare il massimo per contribuire a raggiungere l’obiettivo che la società ha prefissato, arrivare in Lega Pro.”

Hai già parlato con allenatore e dirigenti? Cosa ti aspetti dai tuoi nuovi compagni di squadra? Che obiettivo di classifica avete?

“Sì, ho parlato con il mister, con il preparatore dei portieri e con il direttore sportivo. Ho conosciuto persone preparate e disponibili che mi hanno accolto a braccia aperte. I miei compagni avranno sicuramente più esperienza di me e cercherò di imparare il più possibile da loro. Naturalmente, punteremo ad un campionato di livello. Obiettivo? Vincere il campionato.”

SEGUICI SU:

PAGINA FACEBOOK

ACCOUNT TWITTER

© RIPRODUZIONE RISERVATA