20 C
Roma
Ottobre 25, 2020, domenica

Morgan Incanta Il Pigneto 9.10.17

- Advertisement -

Il Na cosetta, nuova ed affermata realtà della musica nella capitale piazza il colpaccio: ed un lunedì di inizio ottobre arriva lui, Morgan.

Il ristopub di Via Giovenale è un catino , gremitissimo tra i divanetti affollati e gli ultimi arrivati in una fila, come un vero e proprio parterre che si dilunga fino all’ingresso del locale. L’attesa è spasmodica: intorno alle 22, apre la serata Luca Carocci da Artena, paese dei briganti, cantautore che scalda l’atmosfera del già torrido na cosetta, con un applauditissimo set. E finalmente arriva Morgan sul palco.

 

 

©Damiano Quattrini

 

E’ un vulcano, con il suo ciuffo di capelli grigi che esplode ogni volta che appoggia le dita sui tasti neri e bianchi del piano. Marco Castoldi ammalia il pubblico romano, con un excursus tra i brani dei grandi autori della canzone italiana ed internazionale, passando con naturalezza dalla sua Cieli Neri (era Bluvertigo) alla cover di China Boy per strizzare l’occhio a Modugno su Meraviglioso,  trascinando i presenti sul finale con il coro. E’ un evento speciale per la location, che regala una grande intimità tra Morgan con il suo pubblico definito da lui stesso “educato, per ascoltarlo in silenzio” mentre ai tavoli si stanno consumando portate su portate. 

©Damiano Quattrini

 

Due ore che scorrono in fretta, con un l’artista milanese in splendida forma. Intrattiene tra un brano ed un altro con racconti ed aneddoti che li riguardano, facendoci riscoprire piccole perle nascoste nell’immenso universo musicale nel quale naviga tra il piano , la chitarra ed il basso, strumento con il quale il nostro ieri ci ha regalato una meravigliosa versione di Altrove, brano tratto da Canzoni Dell’Appartamento, il suo primo album solista, datato 2003 cantato a squarciagola da tutti.

 

©Damiano Quattrini

 

 

Non abbiamo di fronte il solito artista con il quale possiamo confrontarci con le sue ultime canzoni, non abbiamo di fronte il solito cantautore che strimpella le sue canzoni stregandoci dietro parole piene di vita, non abbiamo il classico cantante che ha scalato la vetta di vendita di dischi negli ultimi mesi, ma abbiamo di fronte a noi una “storia “, abbiamo di fronte ai nostri occhi una genialata musicale, un’emozione che ci riempie l’anima, una sensazione che ci fa sorridere facendoci vibrare lo stomaco, abbiamo di fronte a noi lui, Morgan. 

Quando dico Morgan, non parlo di colui che negli ultimi anni si è divertito a fare il giudice musicale anticonformista, ma parlo di una valigia fatta di musica, sogni, realtà.

 

 

Parlo di una quarta dimensione che non tutti conoscono, quell’aria magica che respiri a pieni polmoni quando tocca la chitarra, il piano, quandosi perde nei testi dei più grandi artisti internazionali, quando smadonna di fronte al computer o quando ti guarda mentre canti con il suo ciuffo ribelle bianco che ormai ha segnato la “storia”. Eh già, parlo di storia, parlo di musica che non si ferma, parlo di Morgan che ieri ci ha trasportato su un altro pianeta parlo di un vero artista che con la sua particolarità musicale e personale riesce a travolgere chiunque lo stia ascoltando, noi ieri siamo stati fortunati e oggi nella nostra valigia piena di sogni, ci abbiamo infilato quell’aria stranamente magica che solo lui può darci.  Una serata di una bellezza disarmante, con un cantautore di una bravura impeccabile, che meriterebbe di calcare palcoscenici più ampi.

Report : Nicky Abrami & Alessia Spensierato

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -
nickyabrami
Siciliana trapiantata a Roma. Abbandonati gli studi universitari, ho girato e giro in lungo e largo l'Italia per amore della musica e per passare qualche giorno in compagnia dei miei amici e di un buon bicchiere di vino. Ho collaborato con magazine musicali scrivendo live report su vari artisti italiani e stranieri e da gennaio 2017 ho occhi solo per Metropolitan Magazine
- Advertisement -

Continua a leggere

“Il silenzio degli innocenti”, quando sangue e paura conquistarono l’Oscar

Benvenuti nell'universo cinematografico di Movie Award. Si sta avvicinando Halloween perciò abbiamo deciso di dedicare la nostra...

Beat Generation, ribaltare il mondo con i libri

La Beat Generation fu un movimento giovanile, nato negli anni Cinquanta in America, portato avanti in campo artistico, poetico e letterario.

Serie B, rinviata anche Cremonese-Brescia: Balata lancia l’allarme

Altra partita rinviata in Serie B. Dopo Reggiana-Cittadella e Virtus Entella-Venezia, anche Cremonese-Brescia, che era in programma...
- Advertisement -

Ultime News

Beat Generation, ribaltare il mondo con i libri

La Beat Generation fu un movimento giovanile, nato negli anni Cinquanta in America, portato avanti in campo artistico, poetico e letterario.

Pablo Picasso: nasceva oggi lo stravagante padre del cubismo

Pablo Picasso nacque il 25 ottobre del 1881 Malaga e morì l’8 aprile del 1973 a Mougins. Rivoluzionario,...

Don Carlo Gnocchi, il “padre dei mutilatini”

Don Carlo Gnocchi nasce il 25 ottobre del 1902 vicino a Lodi, a San Colombano al Lambro. Inizia a vivere i drammi...

Francesco Bruni presenta “Cosa Sarà”, film di chiusura della Festa del Cinema di Roma – RomaFF15

"Cosa sarà" di Francesco Bruni, già regista di "Scialla" e "Tutto Quello che Vuoi", chiude la 15esima...

Phyllida Lloyd con “Herself – La Vita che Verrà”: inno alle donne in fuga dalla violenza – RomaFF15

Presentato al Sundance Film Festival, "Herself - La Vita che Verrà", arriva alla Festa del Cinema di...
- Advertisement -

8 BALL POOL APK for android