La fiera di Verona ha sorpreso ancora. Ben 170.000 appassionati in soli 4 giorni, un nuovo record per il Motor Bike Expo, patria del genere “Custom” e “Cafè Race”.

Motor Bike Expo 2020 – Se fino a poco tempo fa la fiera di Verona poteva essere considerata un’esposizione secondaria rispetto alla più prestigiosa EICMA, da oggi sicuramente non sarà più così. L’edizione, svoltasi dal 16 al 19 Gennaio, ha portato in scena le più importanti novità appena presentate alla fiera di Milano aggiungendo però quel tocco in più, rendendo la fiera un po più “informale ed accogliente”.

Motor Bike Expo 2020
Motor Bike Expo 2020 – Photo Credit: Alessandro Martellotta

Motor Bike Expo 2020 – Parola d’ordine: “Custom”

Il Motor Bike Expo è sempre stato, sin dalle prime edizioni, sinonimo di “personalizzazione”; al suo interno infatti le moto personalizzate hanno sempre fatto da protagoniste, richiamando a se gli appassionati di tutti Italia, se non d’Europa, interessati a questo genere motociclistico molto particolare e stravagante. Il genere “custom”, da cui poi è derivato anche lo stile “Cafè Race”, è ormai un settore sempre più in espansione nel mondo delle due ruote e gli organizzatori della kermesse di Verona lo sanno bene.

Ciò che hanno cercato di fare è stato incentrare la fiera su questo nuovo stile di vita. Ma cosa vuol dire “Custom”? “Custom” è tutto ciò che viene personalizzato o adattato all’esigenza di un cliente (“customer” in inglese). Partendo da questa semplice parola si è sviluppata attorno un vero a proprio mondo con delle regole ben precise: sul modo di vestire, sulla personalizzazione della moto o veicolo che sia, sul tipo di motore da elaborare e persino sul tipo di musica da ascoltare.

Motor Bike Expo 2020
Esempio di moto “Custom” – Photo Credit: Alessandro Martellotta

Motor Bike Expo 2020 – La parola agli organizzatori

Paola Somma e Francesco Agnoletto ideatori ed organizzatori del Salone hanno commentato così l’esito della fiera:

“Siamo estremamente soddisfatti del lavoro svolto, i risultati ci danno ragione. Registriamo il pieno consenso degli espositori e degli operatori, mentre il pubblico ha portato via emozioni ed entusiasmo. Siamo gratificati anche dall’indotto che la manifestazione genera per la città e per il territorio: Verona diventa per quattro giorni la capitale mondiale del motociclismo e questo contribuisce alla sua già notevole reputazione”.

Prosegue Agnoletto:

“Da domani si comincia già a lavorare per l’edizione 2021. Motor Bike Expo è un Salone che ha raggiunto un alto livello, ma che può essere sempre migliorato ed è proprio quello che noi vogliamo fare, per offrire agli espositori e ai visitatori contenuti ogni anno più accattivanti, capaci di stimolare la loro curiosità ed il loro interesse. Abbiamo già tante idee e le metteremo subito a punto, e poi, come ormai avviene da anni, cominceremo a viaggiare per “incontrare” il motociclismo in ogni parte del mondo e in tutte le sue espressioni. A settembre decideremo la direzione in cui andare: perché Motor Bike Expo non insegue le mode, ma neanche intende crearle. Vuole però essere sempre al passo con i motociclisti”.

Motor Bike Expo 2020
Motor Bike Expo 2020 di Verona – Photo Credit: Alessandro Martellotta

Foto Motor Bike Expo 2020

Motor Bike Expo Motor Bike Expo
Motor Bike Expo Motor Bike Expo
Motor Bike Expo Motor Bike Expo
Motor Bike Expo Motor Bike Expo
Motor Bike Expo Motor Bike Expo
Motor Bike Expo Motor Bike Expo
Motor Bike Expo Motor Bike Expo
Motor Bike Expo Motor Bike Expo
Motor Bike Expo Motor Bike Expo
Motor Bike Expo Motor Bike Expo
Motor Bike Expo Motor Bike Expo

Tutte le foto sono a cura di Alessandro Martellotta.

SEGUICI SU :

© RIPRODUZIONE RISERVATA