Cinema

“Mrs Doubtfire”, Robin Williams rivive in uno dei suoi personaggi migliori

Robin Williams rivive in “Mrs Doubtfire” e continua a farci sorridere con le sue voci e le sue trasformazioni, regalandoci un pizzico di nostalgia di quelle commedie anni ’90 così genuine e sinceramente divertenti. “Mrs Doubtfire” andrà in onda questa sera, su Italia 1.

Un matrimonio in crisi e la fatica di essere dei bravi genitori

Daniel (Robin Williams) è un doppiatore con un talento straordinario nel modellare la propria voce. Vive a San Francisco con la sua famiglia, composta dai suoi tre adorati figli e la moglie Miranda. Il matrimonio con Miranda è in crisi ormai da molto tempo: la moglie lo accusa di essere troppo permissivo con i figli e di essere poco collaborativo nella cura della casa e di far sembrare lei una guastafeste. La situazione degenera dopo una festa di compleanno in grande stile, organizzata da Daniel per il figlio, all’insaputa di Miranda, alla quale tocca l’ingrato compito di mandare tutti a casa e di ripulire il disastro. Il matrimonio è al capolinea e ,dopo il divorzio, a Daniel è concesso vedere i figli solo una volta a settimana.

Nei panni di “Mrs. Doubtfire”

Dopo aver saputo che la moglie è in cerca di una governante per i figli, Daniel decide di sfruttare il suo talento da doppiatore e attore per trasformarsi nella governante perfetta: nasce così “Mrs Doubtfire”. Con l’aiuto del fratello, costumista cinematografico, Daniel si trasforma nella giunonica Euphigenia Doubtfire, una settantenne inglese dai modi gentili ed educati. Miranda e i ragazzi si innamorano di Mrs. Doubtfire e la accolgono in famiglia. Daniel, dal canto suo, può continuare a godere della compagnia dei suoi amati bambini. Nei panni di Mrs. Doubtfire, Daniel impara l’arduo, e a volte ingrato, compito di educare i figli. Nei panni della governante, riesce ad entrare anche nei panni di Miranda, che dipinta come “la cattiva della storia” è il vero motore della casa, anche dopo una lunga giornata di lavoro. Alla fine della storia, Daniel non perderà mai il lato divertente e giocoso del suo carattere, tanto amato dai bambini, ma dopo quest’avventura, avrà imparato ad essere più adulto e responsabile, riuscendo a conquistare la fiducia dell’ex moglie che rinuncerà alla custodia esclusiva, permettendogli di passare più tempo con i suoi cari figli.

Photo credit: dal web
Photo credit: dal web

Esiste una versione di Mrs. Doubtfire vietata ai minori?

Robin Williams era un fuoriclasse, amava andare a ruota libera e improvvisare durante le riprese. Questo è avvenuto anche durante le riprese di Mrs Doubtfire. A raccontarlo è il regista, Chris Columbus: “La verità è che io e Robin avevamo un accordo che prevedeva che lui facesse da uno a tre ciak della stessa scena. Dopodiché diceva: e adesso fammi divertire, e a quel punto andava a ruota libera arrivando a un numero di take che andava dai 15 ai 22. Credo sia arrivato a un massimo di 22”.

Il risultato di quel lavoro ha portato Robin Williams a improvvisare una tale quantità di battute da dare vita a un vero e proprio film ex novo di Mrs. Doubtfire. L’improvvisazione spesso lo ha spinto in territori inadatti ai minori di 13 anni. Ciò non vuol dire, però, che questa versione “2.0 “ di Doubtfire vedrà mai la luce. Columbus, infatti, è pienamente soddisfatto del film: “Sono molto orgoglioso del film, quindi non vedo la necessità di una versione definitiva. La versione definitiva di Mrs. Doubtfire è quella che il mondo conosce”. Niente film vietato ai minori quindi, ma il genio di Robin Williams potrebbe rivivere in un documentario dedicato al dietro le quinte di Mrs. Doubtfire, regalandoci “nuovi” momenti dell’attore prematuramente scomparso.

Vera Martinez

Il regista ,Chris Columbus, e Robin Williams durante le riprese di Mrs. Doubtfire - Photo credit: dal web
Il regista ,Chris Columbus, e Robin Williams durante le riprese di Mrs. Doubtfire – Photo credit: dal web

Back to top button