Naruto to Boruto: Shinobi Striker, la lotta sarà online

Anche quest’anno gli amanti del manga e anime di successo non rimarranno a mani vuote grazie a Bandai Namco, che provvede ormai a cadenza annuale a rilasciare i titoli piú famosi come Naruto e DragonBall.

Mettiamo le cose in chiaro, Naruto to Boruto: Shinobi Striker non è Naruto Ultimate Ninja Storm 5, il nuovo titolo è diverso sotto ogni aspetto e si avvicina molto a Dragon Ball Xenoverse 2, infatti le similitudini sono molte e questo potrà non piacere ad alcuni. Sarà un titolo puramente online sia sul lato competitivo, sia per quello cooperativo, infatti si potrà prendere parte a incontri rapidi contro altri giocatori o partecipare al Torneo dei Ninja stagionale per scalare di rango fino all’ambitissimo S1.

Il personaggio che potrete creare sarà altamente personalizzabile (foto dal web)

Altra componente interessante è l’editor per la creazione e personalizzazione del proprio ninja che permetterà di scegliere ogni minimo particolare che spazia dal viso al villaggio di provenienza passando per vestiti e classi di gioco: guaritore, difensore, attacco a distanza, attacco ravvicinato. Questo già rende variegato l’aspetto della miriade di giocatori che si incontrerà ad ogni scontro.

Dovendo scontrarsi con i precedenti titoli della serie, quest’ultimo purtroppo non può avere lo stesso risalto degli altri, anche se gioca le sue carte in maniera interessante. Se gli altri titoli erano dei picchiaduro, questo decisamente appare diverso: è un action game che ha delle missioni variegate e che funzionano, permettendo al giocatore una piacevole immersione nel titolo. La scelta quindi è ovvia, inutile mettere la storia che tutti conoscono in un titolo così famoso, concentrandosi invece su altro.

Sarà presente anche l’equipaggiamento che arricchirà la personalizzazione (foto dal web)

Intuitivo è il sistema di combattimento: una combinazione di attacchi leggeri e pesanti, il salto potenziato col chakra, due mosse speciale e la mossa finale. Questo fa capire che la vera differenza la farà l’esperienza e la pratica che si dovrà avere giocando, ovviamente aiutati dall’equipaggiamento che potremo comprare o trovare nelle ricompense delle missioni. Presente è anche l’Arena VR, che rievoca gli scontri più famosi e importanti dove ci si può cimentare per fare pratica prima di fiondarsi negli scontri online.

Possiamo dire quindi che questo nuovo capitolo potrà far storcere il naso ai fedelissimi per l’assenza di storia, ma essendo un gioco concentrato sul multiplayer online competitivo, Naruto to Boruto: Shinobi Striker non faticherà a trovare il suo posto nelle console e PC degli amanti del manga.

© RIPRODUZIONE RISERVATA