Cinema

Nastri Doc e Corti D’Argento, oggi la premiazione

Adv

Nastri Doc e Corti D’Argento, oggi la premiazione. Alla premiazione c’è anche Francesco Totti, proprio nel giorno in cui la Roma festeggia il ventennale dello scudetto giallorosso. Tra i temi dei film premiati quest’anno aspettando i Nastri per i lungometraggi, la famiglia Rossellini, La vera storia de La Dolce vita e tanta  attualità con SanPa, l’attentato al Bataclan Le aperture di cronaca dei tg e, infine l’omaggio in corto della nipote Francesca ai 100 anni di Fellini.

Nastri Doc e Corti D’Argento, ecco i vincitori

Nastri Doc e Corti D'Argento - Photo Credits:ciakmagazine
Nastri Doc e Corti D’Argento

Ecco tutti i vincitori per le categorie Nastri Doc e Corti D’Argento. Presente anche Francesco Totti premiato dai Giornalisti Cinematografici come protagonista dell’anno insieme al regista del film che racconta la sua vita, Io sono Francesco Totti di Alex Infascelli. E alla Casa del Cinema per l’anteprima dei Nastri 2021 che saranno consegnati al Museo Maxxi martedì prossimo. Nastro d’Argento speciale per Jasmine Trinca premiata per il suo esordio alla regia con il documentario autobiografico Being my mom. Alessandro Rossellini, autore del film su una famiglia speciale come The Rossellini’s fino al miglior corto di animazione, Solitaire di Alessandro Natoli, al Nastro per Bataclan, miglior corto sul cinema del reale, di Emanuele Aldrovandi. Grande attenzione nei premi di quest’anno all’attualità. E dalla memoria, non solo della cronaca ma  del cinema, alla premiazione hanno trovato spazio Il caso Braibanti migliore docufiction, di Carmen Guardina e Massimiliano Palmese e lo splendido ritratto di Alida Valli, nel centenario della nascita, Alida di Mimmo Verdesca.

Ancora per la premiazione Nastri Doc e Corti D’Argento, Il Premio speciale per i 75 anni dei Nastri a La Fellinette; mix di fiction e animazione nato, scritto e diretto da Francesca Fabbri Fellini. Un omaggio al grande Federico, lo zio regista. E un Premio speciale lo ritira  Alessandro Haber “autore e protagonista dell’anno” con  un ventaglio tra i corti  che  hanno più interpretato l’attualità dei giorni difficili che stiamo ancora vivendo. Significativi i premi con i quali il Direttivo Nazionale del Sngci, che assegna i Nastri, ha deciso di sottolineare l’importanza del ‘cinema del reale’; in un’edizione dedicata alla memoria di Cecilia Mangini.

Due titoli fuori selezione e premi per gli studenti di Cinema

Per la premiazione Nastri Doc e Corti D’Argento, il Direttivo del Sindacato ha voluto inoltre sottolineare la qualità e l’importanza di due titoli, fuori selezione, nati per lo schermo televisivo: SanPa – Luci e tenebre di San Patrignano di Cosima Spender, serie originale Netflix; e Edizione Straordinaria di Walter Veltroni, proposto da Rai Cultura.  Due opere che rappresentano un valore aggiunto al miglior giornalismo d’inchiesta come a quello televisivo: percorsi della memoria con cui si può rileggere la Storia del Paese. Il Sngci lancia, inoltre, da quest’anno, segnalando Punta Sacra di Francesca Mazzoleni; la prima edizione del Premio Valentina Pedicini che nasce per valorizzare sempre di più nel cinema del reale.

Premi anche per i giovani studenti di cinema; Pizza panicdegli allievi della Scuola Nazionale di Cinema, Centro Sperimentale di Cinematografia, è la sceneggiatura vincitrice della seconda edizione del Premio Claudio Nobis 2021. Il Premio, deciso dalla Giuria dei Giornalisti Cinematografici Italiani (Sngci), consiste in una ‘borsa’ di  cinquemila euro messa a disposizione dalla Fondazione Claudio Nobis. Una sceneggiatura premiata dalla Giuria “per l’audacia della trama che si muove volutamente tra nonsense e grottesco, uscendo dagli schemi della convenzionalità”. La sceneggiatura di Pizza Panic, una commedia all’insegna dell’humour nero è stata selezionata tra gli oltre quaranta progetti inviati dagli studenti di undici Scuole di Cinema.

Menzione speciale della giuria al più giovane concorrente di quest’anno

Una menzione speciale della Giuria, consegnata da Giovanna Pugliese, presente per la Regione Lazio, va a To bully or not to bully di Alessandro Dell’Aguzzo; il più giovane concorrente di quest’edizione del Premio premiato per una sceneggiatura che:

Affronta temi centrali nel mondo degli adolescenti: il bullismo, la difficoltà di convivere con un’immagine che diventa un bersaglio fino al rifugio nel mondo virtuale  dei videogiochi, non sempre un terreno di alienazione dalla realtà”.

I Corti d’Argento segnalano insieme ai vincitori dei Nastri 2021 il cortometraggio vincitore del contest green dedicato ad aspiranti filmmaker sul tema della sostenibilità. Iniziativa promossa da Smart, che invita a produrre un corto sul tema della mobilità sostenibile di massimo 3 minuti. A guadagnarsi un posto in prima fila Daniele Vergaro, autore del corto Non torneremo alla normalità perché la normalità era il problema.

Seguici su FacebookInstagram e Metrò

Adv
Adv

Stella Grillo

Io sono ancora di quelli che credono, con Croce, che di un autore contano solo le opere. (Quando contano, naturalmente.) Perciò dati biografici non ne do, o li do falsi, o comunque cerco sempre di cambiarli da una volta all'altra. Mi chieda pure quello che vuol sapere e glielo dirò. Ma non le dirò mai la verità, di questo può star sicura. Italo Calvino
Adv
Back to top button