MetroNerd

Netflix: calano gli abbonati e la borsa ne risente

Per la prima volta dopo 10 anni di successo, Netflix perde circa 200.000 abbonati. Crollano perciò così le azioni della borsa.

Netflix perde abbonati e le azioni crollano a picco

Dopo anni di dominio, la piattaforma digitale più famosa al mondo per i servizi di video on demand perde migliaia di iscritti.

Sono circa 200 mila gli abbonati che in 24 ore hanno deciso di abbandonare la piattaforma. Una piattaforma che grazie anche alla pandemia, è riuscita a raggiungere una grande fama ed incrementare il numero di iscrizioni.

Oggi la piattaforma conta circa 221,64 milioni di utenti, perciò, alla luce di questo, il numero di disiscritti sembrerebbe quasi insignificante. Però tale numero ha riscontrato delle difficoltà sulla borsa.

Le azioni di Netflix hanno chiuso nella giornata di ieri a 348,42 dollari per azione. In seguito alla perdita di abbonati del primo trimestre, il titolo è sceso di oltre il 22%. Il prossimo trimestre si attende una perdita ancora più significativa.

Secondo il co-CEO dell’azienda Ted Sarandos, nonché chief content officer di Netflix, i motivi di questa perdita possono essere diversi. Ha affermato che la competizione nel mondo del mercato è cresciuta e per questo la piattaforma ha cercato di realizzare serie Tv e film per migliorare il proprio servizio.

Dobbiamo capire questi diversi modelli di cui ci stiamo occupando ora, per monetizzare il tutto in modo più efficace

Ovviamente la situazione che si sta riscontrando oggi in Ucraina ha scosso significativamente la piattaforma digitale. L’azienda ha perso il mercato Russo e l’introito di oltre 700.000 abbonati, così come l’inflazione.

Sarandos è intervenuto sulla questione alzando il dito a coloro che condividono la password con altri utenti:

la nostra presenza relativamente alta nelle abitazioni, quando pensiamo anche all’ampio numero di abitazioni che condividono gli account, se combinata con la competizione, sta creando rallentamenti nella crescita dei ricavi. La grande spinta data dal COVID allo streaming ha oscurato il quadro generale fino ad ora“.

Una novità per gli abbondati sarebbe l’inserimento delle pubblicità durante la visualizzazione della piattaforma.

Rebecca-Asia Spadon

Seguici su
Instagram : https://www.instagram.com/metropolitanmagazineit

Back to top button