Possibili problemi legali relativi al prestito di giocatori all’AAF

Negli ultimi giorni si è parlato della possibilità di prestito di giocatori di NFL ai team di AAF. Ma, come riportato da Yahoo! Sports, questo potrebbe comportare alcuni problemi legali con l’inizio della stagione di XFL, prevista per il 2020.

Bill Polian, uno dei fondatori della nuova lega primaverile, ha dichiarato che ci sono delle discussioni in atto da parte dei dirigenti dell’AAF e quelli della NFL, in merito al prestito di giocatori durante l’offseason.

In effetti, molti giocatori che in NFL non trovano spazio per potersi mettere in gioco durante la stagione, potrebbero sicuramente trovare in AAF un team in grado di concedergli questa possibilità. Alcuni esempi di questi giocatori sono: Trent Richardson, Aaron Murray o Zac Stacy.

Prestito in AAF: possibili contenziosi

Con la nascita della XFL, alcuni giocatori potrebbero voler accettare di giocare nella lega fondata da McMahon.

Ma, per contratto, i giocatori di un team NFL non possono giocare in altre leghe senza il permesso sottoscritto dal proprio team.
Quindi, eventualmente, permettendo ad un giocatore di giocare in AAF (lega gemellata con l’NFL) ma negandogli l’opportunità di giocare in altri campionati (come l’XFL) sarebbe una violazione delle norme antitrust.

Una possibile soluzione per l’NFL è quella di acquisire totalmente l’AAF, impedendo di fatto, alle altre leghe, qualsiasi tipo di contestazione.

Ami il football e vorresti iniziare a scrivere degli articoli? Il nostro team è in costante ricerca di appassionati che hanno voglia di mettersi in gioco. Contattaci subito sulla nostra pagina Facebook ed entra a far parte del team di Metropolitan!

Leggi anche: NFL: casi di commozione cerebrale in calo

Foto in copertina: Mike Blake/REUTERS

© RIPRODUZIONE RISERVATA