L’NFL è al lavoro per poter trovare il giusto compromesso tra il rientro in campo in vista della prossima stagione ed il rischio al quale saranno sottoposti i giocatori a causa del coronavirus.

Come riportano l’Associated Press e Newsday, infatti, la lega sta studiando un nuovo tipo di mascherine in grado di garantire agli atleti le stesse garanzie di una mascherina chirurgica e scongiurare, o almeno minimizzare, il rischio di contagio durante la stagione.

Rich McKay, presidente degli Atlanta Falcons, ha dichiarato che il problema era già stato sollevato qualche mese fa.

“Molti giocatori hanno fatto e fanno tuttora uso di visiere trasparenti per proteggere gli occhi. Quindi non dovrebbero esserci problemi nell’estendere una simile protezione anche alla bocca e al naso”.

Thom Mayer, responsabile medico della NFLPA, ha inoltre dichiarato che gli ingegneri della lega stanno collaborando con la società di abbigliamento sportivo Oakley, per testare dei prototipi di mascherine, modificate per essere indossate insieme al casco dai giocatori, aventi lo stesso materiale di quelle chirurgiche o delle mascherine antipolvere.

Ad Adam Schefter di ESPN, Mayer ha anche aggiunto:

“Avevo già suggerito alla lega di prendere in considerazione nuovi meccanismi di protezione per evitare la diffusione del virus”.

Di certo, il lavoro da fare è davvero tanto ed inoltre il tutto dovrebbe essere ultimato prima dell’inizio della stagione, prevista per il prossimo 10 settembre.

J.C. Tretter dei Cleveland Browns, attualmente presidente della NFLPA, ha accolto positivamente la notizia.

“Non può essere una cattiva idea. In un certo senso, serve anche pensare un po’ fuori dagli schemi”.

Al contrario, Isaiah Oliver (cornerback dei Falcons), non sembra convinto da tutto ciò.

“Non ho mai provato nulla di simile. Dovrei provare per poter vedere com’è”.

Oakley è senza alcun dubbio la società più adatta per sviluppare questi nuovi sistemi di protezione. La società, infatti, ha anche sviluppato delle particolari lenti con dei sistemi anti-appannamento, cosa che potrebbe ritornare utile anche in questo progetto.

Mayer ha assicurato a Schefter che la società ha già realizzato i primi prototipi e McKay è convinto che questi ultimi otterranno rapidamente il benestare della lega per essere utilizzati.
Perché quello che conta è la salute dei giocatori.

Ami il football e vorresti iniziare a scrivere degli articoli? Il nostro team è in costante ricerca di appassionati che hanno voglia di mettersi in gioco. Contattaci subito sulla nostra pagina Facebook ed entra a far parte del team di Metropolitan!

Leggi anche: Deandre Baker arrestato: accusato di rapina e aggressione

Foto in copertina: Ray Stubblebine/New York Post

© RIPRODUZIONE RISERVATA