NHL 19, form the pound to the pros

In Italia arriva il nuovo videogame dedicato all’hockey su ghiaccio, NHL 19, con tante modalità innovative.

Carissimi amanti dell’hockey ghiacciato, il freddo sta arrivando e con esso si avvicinano quei pomeriggi passati a casa tra relax e, perché no, un po’ di noia. Come spezzare la routine? Ci pensa come al solito la EA Sports, che da questo settembre si è resa autrice incomparabile di un nuovo, fantastico capolavoro dei videogames: NHL 2019.

In prevendita già dal 14 settembre con tiratura mondiale, la nuova edizione del gioco più amato dagli hockeysti è arrivato anche nei negozi italiani a partire da questa settimana. Raramente mi concedo a recensioni, ma questa volta era dovuta, perché la casa di sviluppatori americana si è veramente superata, rendendo questo gioco del tutto innovativo.

LE NUOVE MODES

Sono ben due le novità sostanziali in questo videogame ed entrambe hanno fatto impazzire già i fans d’oltreoceano. La prima riguarda una branca dell’hockey che poche volte è stata sotto i riflettori, ma che è forse la più amata da tutti: Il pound hockey. Si tratta dell’hockey giocato all’aperto in modo amatoriale su laghi ghiacciati e altre locations suggestive in egual modo. La EaSports si è superata inserendo la modalità pound, con la quale è possibile giocare vestiti casual in un 3vs3 in ambientazioni a dir poco spettacolari, come stagni ghiacciati del Canada o laghetti di montagna. La seconda mode è per i più nostalgici, ma ha reso felici anche i più piccini. Da quest’anno si potrà giocare con ben 200 volti leggendari della NHL come Gretzky, Lamieux o Roy, facendoli sfidare contro i giocatori dei nostri giorni. Dopo queste due mastodontiche novità, ne arriva una più tranquilla, ma comunque amabile: La Ones. Questa consiste nel fare delle partite in un torneo stile festival in 3vs3 o 1vs1vs1nelle quali si gioca senza interruzioni.

NUOVE TECNOLOGIE

Per rendere il tutto più realistico la EASports ha usato una nuova tecnologia chiamata Real Player Motion. La RPM prevede una maggiore fluidità nel pattinaggio e, soprattutto, nel powerskate, che ora è possibile modulare in base a che tipo di accelerazione vogliamo dare ai nostri giocatori così da controllare al meglio il puck. Nella RPM, inoltre, gli impatti tra giocatori sono ancora più realistici e variano in base all’intensità del colpo inferto e alla localizzazione corporea dell’impatto.

Sean Ramjagsingh, sviluppatore del videogame, si è espresso dicendo: “È la prima volta che siamo stati in grado di realizzare ed offrire un’esperienza che va oltre i professionisti e permette ai fan di godere di tutte le forme dell’hockey: dagli stagni ghiacciati, ai grandi festival all’aperto, fino alle arene dei professionisti. Siamo entusiasti del livello di innovazione che la tecnologia RPM aggiunge al gameplay. Siamo stati in grado di raccogliere feedback incredibile durante la nostra open beta per assicurare che NHL 19 sia il miglior titolo della serie realizzato”.

Non vi basta? Eccovi un trailer ufficiale:

Di ANDREA CANDELARESI

© RIPRODUZIONE RISERVATA