Cinema

Non ci resta che piangere, stasera in TV il film di Benigni e Troisi

Adv
Adv

In “Non ci resta che piangere”, Mario e Saverio (Massimo Troisi e Roberto benigni), un bidello e un insegnante, due amici in viaggio. Si perdono per strada e come per magia, dal 1984 vengono catapultati nel 1492, a Frittole, un borgo immaginario della campagna toscana.

Troisi e Benigni firmano il loro primo ed ultimo film insieme. Due geni comici che si incontrano per realizzare un’opera in costume sgangherata, libera da ogni vincolo di sceneggiatura. I due attori tuttofare si sono divertiti sperimentando e inventando al momento, creando sketch comici che sono rimasti nella storia del cinema. La scena della dogana, la lettera a Savonarola (omaggio a “Totò, Peppino e la… Malafemmina”) e l’incontro con Leonardo Da Vinci sono scene cult che da sole meriterebbero la visione del film.

Due geni allo sbaraglio nel Medioevo

L’esuberanza di benigni e la timidezza di Troisi creano un mix portentoso, vero motore del film. Anche perché la sceneggiatura e la regia lasciano un po’ a desiderare, data la volontà dei due protagonisti di sperimentare e improvvisare durante le riprese. Questa giocosità traspare nel film, dove i due attori divertiti saltano di palo in frasca come farebbero due bambini che raccontano una storia agli amici. Saverio(Benigni), si adatta subito alla vita del Medioevo, mentre Mario(Troisi) si chiude nella locanda di Vitellozzo(Carlo Monni), un macellaio che li ha ospitati. Un giorno in chiesa Mario incontra la bella Pia(Amanda Sandrelli), fanciulla di ricca famiglia e d’improvviso questo viaggio nel passato non gli sembra più così tanto orribile.

Saverio, che nel 1984 ha lasciato una sorella depressa, a causa della rottura con il fidanzato americano, decide partire per la Spagna e impedire a Cristoforo Colombo di scoprire le Americhe. Se l’America non viene scoperta sua sorella non potrà innamorarsi di un americano che la lascerà facendola soffrire. Mario e Saverio partono per il loro viaggio, nel quale incontrano Leonardo Da Vinci. I due cercano di raccontare al genio rinascimentale le invenzioni della loro epoca, ma non riuscendo a spiegarsi come si deve, si accontentano di insegnarli il gioco della scopa…

“Non ci resta che piangere” – Dove e quando vederlo in tv

Stasera, su Rete 4, alle 21:25 va in onda “Non ci resta che piangere”, commedia cult in costume scritta, diretta e interpretata da Massimo Troisi e Roberto Benigni. Un film libero, allegro, spensierato che accompagna la fine del Natale e prepara all’anno nuovo con un sorriso(molto più di uno).

Saverio (Roberto Benigni) : Dobbiamo far capire di essere due scienziati, dobbiamo dire cose intelligenti… Capito? Andiamo…
Mario: Ma nove per nove farà ottantuno?

Marco Pozzato

Seguici su:

Twitter, Instagram, Facebook, Metrò, Metropolitan Magazine N6

Adv
Adv

Related Articles

Back to top button