17.4 C
Roma
Maggio 16, 2021, domenica

Novità del modello 730, cosa cambia adesso?

- Advertisement -

Le dichiarazione dei redditi percepiti nel 2020 sono caratterizzate sicuramente dal grave situazione pandemica che sta attraversando il paese. Le novità che sussistono nel nuovo modello 730 non sono molte ma derivano tutte praticamente dalla situazione Covid-19 che tutti gli Italiani stanno affrontando da molto più di un anno.

Alcune delle novità del 730

Le principali novità del Modello 730 sono l’introduzione di diversi bonus, a partire dal Super ecobonus al 110% per l’efficientamento energetico delle abitazioni. Il cosiddetto «superbonus» contenuto nel “decreto Rilancio”, consiste la detrazione del 110 per cento delle spese sostenute a partire dal 1° luglio 2020 e fino al 30 giugno 2022 per gli interventi di riqualificazione energetica e quelli per recupero edilizio effettuati su unità immobiliari residenziali e su parti comuni condominiali; trova spazio nel 730 il «bonus facciate», la detrazione del 90 per cento delle spese sostenute dal 1° gennaio 2020 per gli interventi finalizzati al rifacimento della facciata esterna degli edifici; la dichiarazione dei redditi ospita anche gli inediti «bonus vacanze» e il credito d’imposta per l’acquisto di monopattini elettrici e servizi di mobilità elettrica («bonus bici»), anch’essi evidenti derivati della situazione eccezionale venutasi a creare con l’emergenza Covid 19.

Spese detraibili, però solo se “tracciabili”

A partire dall’anno d’imposta 2020, ed è questa una novità rilevante, la detrazione d’imposta del 19 per cento degli oneri sostenuti spetta a condizione, salvo alcune eccezioni, che le spese siano state effettuate tramite versamento bancario o postale o mediante altri sistemi di pagamento tracciabili; è una parte della campagna del governo per la lotta al contante e l’emersione del nero: si privilegia infatti il pagamento effettuato con mezzi tracciabili, che siano pagamenti effettuati tramite la banca o le carte di credito e debito. Sono perciò escluse dal novero delle spese detraibili quelle effettuate in contanti. E per finire alcune delle spese da riportare nel quadro E del 730 la misura della detrazione spetta per intero fino al limite di reddito complessivo di 120 mila euro: sopra detto limite l’ammontare del credito decresce fino ad azzerarsi in concorrenza del reddito complessivo pari a 240 mila euro.

Situazione Covid-19

Resta ovvio che nel modello 730 la detrazione delle spese sostenute per l’acquisto di mascherine, saturimetri e dispositivi di protezione dal virus Covid 19, come per tutte le altre iniziative di solidarietà mirate a contrastare le pesanti conseguenze sociali ed economiche della pandemia.

Giulia Di Maio

© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -
- Advertisement -

Continua a leggere

- Advertisement -

Ultime News

- Advertisement -