Per gli amanti delle illustrazioni e del mondo di “Root”, ecco “Oath” un nuovo titolo in stile legacy ed in produzione per il 2021.

Oath: Chronicles of Empire and Exile – L’autore Cole Wehrle e l’illustratore Kyle Ferrin continuano a farsi strada nel mondo dei boardgames perseguendo la strada del loro precedente successo.
Colgono la palla al balzo cercando, però, di rendere il tutto più maturo e quanto più vicino possibile ad un gioco a campagne.

Oath: Chronicles of Empire and Exile Illustrazione
Illustrazione del gioco – Photo credit: Dicebreaker

Scopriamo insieme i dettagli diffusi finora.

Oath:Chronicles of Empire and Exile – Di cosa tratta

Pare che l’idea sia balenata nella mente dell’autore già durante la realizzazione di “Root”. Con questo titolo andremo ad interpretare degli esponenti di alcune fazioni che cercano di mantenere l’equilibrio del mondo che abiteremo o, addirittura, di sovvertirlo.
Nonostante sia presentato come un possibile legacy, ogni partita si dovrebbe differenziare dalle altre in base alle decisioni prese ed alle azioni compiute.

“ESSENZIALMENTE, SARANNO 3 LE COSE CHE CAMBIERANNO MAGGIORMENTE IN BASE A COME VERRANNO GIOCATE LE PARTITE AD OATH: IL SISTEMA DI VITTORIA, IL MAZZO DI PESCA E LA MAPPA” – L’autore Cole Wehrle

Oath: Chronicles of Empire and Exile – Produzione

Seguendo la tendenza del momento, Oath verrà finanziato attraverso la piattaforma di crowfunding “Kickstarter“. Il lancio è avvenuto il giorno 14 Gennaio 2020 ed è già possibile pledgiare la ricca confezione base che, attraverso un paragone effettuato dai distributori stessi, pare essere più conveniente di Root.

Oath: Chronicles of Empire and Exile
Probabile contenuto – Photo credit: gaming trend forum

Fortunatamente, non mancheranno i tanto amati animali antropomorfi assaporati nel precedente gioco fratello ma vi saranno anche personaggi umani a condurre gli obiettivi della propria fazione.
Ricapitolando, avremo un interessante gioco in cui ogni singola mossa peserà già sull’attimo successivo e andrà a creare una continuità unica ad ogni partita.

Cosa dovremo aspettarci dai genitori di un titolo come Root che ha un po’ diviso l’audience del mondo ludico?
Saremo veramente pronti a compiere queste importanti decisioni durante i turni di gioco, come annunciato finora?

Comunque sia, ripetiamo insieme il motto: è da provare!

Have a good game!

Seguici su:


© RIPRODUZIONE RISERVATA