Le Olimpiadi di Tokyo 2020 slitteranno ufficialmente al 2021 per colpa del Coronavirus, la minaccia virale sviluppatasi in Cina che si è propagata rapidamente in tutto il mondo. La decisione è stata presa. Il Premier giapponese Abe aveva richiesto al Cio il rinvio della manifestazione. Ecco le parole del politico nipponico:

“Ospiteremo i Giochi completi, olimpici e paralampici, saranno un simbolo della vittoria contro il coronavirus. Bach è d’accordo al 100% sulla proposta del rinvio di un anno. Ospiteremo l’Olimpiade nell’estate 2021”.

La richiesta, quindi, non è passata inosservata e nella giornata odierna è stata accolta.

Olimpiadi Tokyo 2020 rinviate nel 2021

Negli ultimi giorni il rinvio delle Olimpidi di Tokyo 2020 era diventa una concreta possibilità. Diverse Federazioni, come il Canada, avevano fatto sapere che non avrebbero inviato i propri atleti a presenziare la manifestazione sportiva. Lo stop dei Giochi, quindi, sembrava davvero l’unica strada percorribile. A sancire l’ufficialità è arrivato anche il comunicato del Cio:

“Il CIO, in pieno coordinamento col comitato organizzatore di Tokyo, le autorità giapponesi e la città, avvierà discussioni approfondite sulla situazione sanitaria mondiale e sul suo impatto sui Giochi Olimpici, tra cui il possibile rinvio. Il CIO intende portare a conclusione le discussioni entro le prossime quattro settimane. La cancellazione dei giochi non risolverà alcun problema, perciò non è all’ordine del giorno”.

Seguici su Metropolitan Magazine

© RIPRODUZIONE RISERVATA