Attualità

Omicron, contagi e numeri record: in Uk sono 218mila, in Francia oltre 270mila

In quattro giorni, i numeri della pandemia in tutti gli States sono raddoppiati. Sono invece 4 volte di più se raffrontati ai dati di appena una settimana fa. In Florida, uno degli stati Usa meno restrittivi, i contagi sono cresciuti del 948% in due settimane. In Germania i casi di Covid tornano di nuovo a salire: nelle ultime 24 ore sono stati 30.561

“La Francia non è lontana dai 300mila casi di coronavirus al giorno”. La previsione senza precedenti in Europa dall’inizio della pandemia arriva per bocca del ministro della Salute di Parigi, Olivier Véran, che ha reso pubblico il dato nel corso del suo intervento in Parlamento. E in effetti nelle ultime 24 ore sono stati rilevati 271.686 nuovi casi, contro i 67.461 del giorno prima e i 179.807 di martedì scorso.

Tutto mentre l’Assemblea riprenderà oggi pomeriggio, dopo lo stop di stanotte, la discussione sul disegno di legge che prevede l’introduzione di un super green pass simile a quello italiano. Mentre il portavoce del governo, Gabriel Attal, ha annunciato che i figli degli operatori sanitari potranno continuare ad andare in classe anche se la loro è stata chiusa per contagi da Covid-19: “Abbiamo previsto di accogliere ovunque in Francia i bambini del personale sanitario – ha detto ai microfoni di France Inter – così che i genitori possano continuare a lavorare”, ha spiegato.

Anche gli Stati Uniti sono stati travolti dalla nuova variante Omicron e nelle ultime ore hanno fatto registrare il più alto numero di contagi dall’inizio della pandemia, con oltre 1 milione di casi registrati. Un incremento mai visto, soprattutto in alcuni Stati come la Florida, dovuto anche agli assembramenti durante le festività. In quattro giorni, i numeri della pandemia in tutti gli States sono raddoppiati. Sono invece 4 volte di più se raffrontati ai dati di appena una settimana fa. In Florida, uno degli Stati Usa meno restrittivi, i casi sono cresciuti del 948% in due settimane. Contagi che, fa sapere la Johns Hopkins University, potrebbero persino essere sottostimati, visto che tantissimi americani ormai si affidano ai test Covid fai-da-te che hanno un margine d’errore ben più ampio dei molecolari.

Record anche in Gran Bretagna, dove i casi registrati sono 218.724, picco assoluto da inizio pandemia e per la prima volta oltre quota 200mila. Sono comunque 48 i morti registrati, anche se si registra un balzo dei ricoveri in ospedale totali che superano i 14mila, 2mila circa più di ieri. Ma il primo ministro, Boris Johnson, pur ammettendo che la pandemia non è finita e che chi lo pensa “si sbaglia profondamente”, dichiara che il governo non ha intenzione di imporre altre restrizioni oltre quelle attuali e di “non richiudere il Paese”. Numeri mai visti anche in Grecia dove si contano 50.126 nuovi casi di Covid-19, mai così tanti dall’inizio della pandemia.

Adv

Related Articles

Back to top button